20 Gennaio 2022
Expand search form

Una fondazione operativa privata può ricevere donazioni?

fondazione operativa privata

Abbiamo parlato a lungo delle differenze tra le due categorie principali di 501(c)(3) – enti di beneficenza pubblici e fondazioni private. Quello che non abbiamo affrontato è la categoria meno compresa di fondazioni operative private. In questo articolo, spiegheremo cos’è questa entità, e come differisce per tipo e uso da una tipica fondazione privata.

Le fondazioni private sono comunemente indicate come non operative fondazioni nel mondo della filantropia. Non riporteremo molti dettagli in questo articolo, dato che abbiamo scritto ampiamente sulle fondazioni private altrove. Una cosa fondamentale da capire sulle fondazioni private è che raramente vengono istituite allo scopo di condurre un programma di beneficenza. Invece, esistono principalmente per finanziare il lavoro caritatevole fatto da altri, di solito da enti di beneficenza pubblici.

Alcuni altri fattori importanti che differenziano le fondazioni private dagli enti di beneficenza pubblici sono:

  • La capacità di avere uno stretto controllo da parte degli amministratori collegati. Questo si vede spesso nelle fondazioni familiari.
  • La capacità di essere finanziata da un solo donatore. La beneficenza pubblica richiede un’ampia base di sostegno pubblico.
  • Solo il 5% del patrimonio non di dotazione di una fondazione deve essere distribuito annualmente per scopi caritatevoli.

A prima vista, una fondazione operativa privata può sembrare una terza categoria di organizzazione 501(c)(3), ma non lo è. Si tratta in realtà di una sottoclassificazione di una fondazione privata.

In generale, una fondazione privata operativa è una fondazione privata che dedica la maggior parte delle sue risorse allo svolgimento attivo delle sue attività esenti. Più specificamente, l’IRS definisce una fondazione privata operativa come qualsiasi fondazione privata che spende almeno l’85% del suo reddito netto rettificato o il suo rendimento minimo degli investimenti, qualunque sia il valore inferiore, su queste attività del programma. Questo è noto come il test del reddito, e richiede alcune ulteriori definizioni per comprenderlo completamente.

Reddito netto rettificato è l’eccedenza del reddito lordo dalle operazioni (senza includere doni, sovvenzioni o contributi) rispetto al totale delle spese ammissibili per le stesse attività.

Il rendimento minimo dell’investimento è il 5% dell’eccedenza del valore equo di mercato combinato di tutti i beni della fondazione, diversi da quelli usati o detenuti per scopi esenti, rispetto all’importo dell’indebitamento sostenuto per acquistare tali beni.

Inoltre, una fondazione operativa deve anche soddisfare uno dei tre test seguenti:

  • il Test del patrimonio
    • Una fondazione privata soddisfa il test patrimoniale se il 65% o più dei suoi beni:
      • Sono dedicati alla conduzione attiva della sua attività esente, un’attività funzionalmente correlata, o una combinazione delle due,
      • Consistere in azioni di una società controllata dalla fondazione e di cui almeno l’85% del patrimonio sia così dedicato, o
      • Qualsiasi combinazione di quanto sopra
      • Una fondazione soddisfa il test di dotazione se normalmente effettua distribuzioni qualificanti direttamente per lo svolgimento attivo delle sue attività esenti di almeno due terzi del suo rendimento minimo di investimento.
      • Una fondazione soddisfa il test del sostegno se
        • Almeno l’85% del suo sostegno è normalmente ricevuto dal pubblico,
        • Non più del 25% del suo sostegno è normalmente ricevuto da una qualsiasi organizzazione esente, e
        • Non più del 50% del suo sostegno è normalmente ricevuto dal reddito lordo degli investimenti.

        Ancora confuso? Può essere difficile da capire senza assistenza professionale, ma ci sono ragioni per cui le regole sono molto strette per qualificarsi come una fondazione operativa. Queste ragioni hanno a che fare con i benefici associati allo status di fondazione operativa privata.

        Non vedrete mai l’IRS usare il termine ibrido per descrivere una fondazione operativa privata. Ma in effetti, è un po’ quello che sono: un mash-up di una fondazione privata e di un ente di beneficenza pubblico. Ecco 4 motivi per cui:

        (1) Struttura di una fondazione privata – Le fondazioni operative private possono avere una struttura del consiglio di amministrazione strettamente legata, proprio come una fondazione privata. Questo significa che il consiglio di amministrazione potrebbe essere legato da vincoli di sangue, matrimonio o co-proprietà aziendale esterna, a differenza di un ente di beneficenza pubblico.

        (2) Finanziato come una fondazione privata – Mentre la maggior parte delle fondazioni operative private tendono ad avere un’ampia base di sostegno simile a quella di un ente di beneficenza pubblico, non sono tenute a farlo.

        (3) Gestisce i programmi come un ente di beneficenza pubblico – Inerente ad una fondazione operativa privata è la necessità di operare programmi di beneficenza. All’estraneo, la maggior parte sembrerebbe effettivamente essere un ente di beneficenza pubblico.

        (4) Maggiore deducibilità delle donazioni – Le donazioni a enti di beneficenza pubblici possono essere deducibili fino al 60% del reddito lordo rettificato. Dare a fondazioni private, tuttavia, limita la deducibilità al 30% dell’AGI. Le fondazioni operative private, anche se sono nel loro nucleo una fondazione privata, sono autorizzate a un livello di deducibilità delle donazioni più elevato del 50% dell’AGI.

        Nonostante i benefici, si vedono relativamente poche fondazioni operative private nella comunità non profit. Sono là fuori, ma non sono così comuni come si potrebbe pensare, dato l’apparente vantaggio descritto sopra.

        La ragione di ciò è radicata nella natura altamente granulare del qualificarsi per (e poi mantenere) lo status di fondazione operativa privata. I vari test che abbiamo delineato prima (il test del reddito, il test del patrimonio, il test della dotazione, ecc.) non solo entrano in gioco nella determinazione dell’IRS, ma continuano a giocare un fattore per tutta la vita del nonprofit. Può essere abbastanza difficile capire le regole per cominciare, e credetemi quando dico che ho attenuato molto la spiegazione. Spiegare completamente i vari test richiederebbe un articolo di 3.000 parole!

        Ciò che la maggior parte delle organizzazioni che flirtano con l’idea di una fondazione operativa privata di solito scoprono è che ci sono modi migliori e più facili per realizzare i loro obiettivi con un ente di beneficenza pubblico o una fondazione privata. La scelta di uno rispetto all’altro può non dare l’aspetto (in gran parte fittizio) del “meglio di entrambi i mondi” della fondazione operativa privata, ma inevitabilmente si dimostrano più facili da mantenere nel tempo.

        Le fondazioni operative private sono entità non profit uniche che vengono associate a regole molto complesse. Servono una funzione importante nel mondo non profit. E per casi d’uso molto specifici, possono essere la scelta migliore. La maggior parte delle organizzazioni no-profit, tuttavia, possono probabilmente arrivare dove vogliono andare molto più facilmente e con molte meno complicazioni con le due scelte verso cui la maggior parte delle organizzazioni no-profit cade alla fine.

        Potreste anche essere interessati agli argomenti

        Una fondazione privata può ricevere donazioni?

        Mentre molte fondazioni private sono sostenute da un singolo donatore o famiglia, le fondazioni private possono generalmente ricevere donazioni dal pubblico in generale ed emettere ricevute di donazione di beneficenza per queste donazioni allo stesso modo di altri enti di beneficenza registrati.Apr 11, 2016

        Continua…

        Chi può finanziare una fondazione privata?

        Questo tipo di fondazione privata è un’organizzazione senza scopo di lucro finanziata principalmente da un individuo, una coppia sposata, una famiglia o una società. Il patrimonio della fondazione privata è chiamato dotazione, che viene investito per generare reddito per la fondazione. La dotazione viene utilizzata per finanziare le sue operazioni e fare sovvenzioni.

        Continua…

        Le donazioni alle fondazioni operative private sono deducibili dalle tasse?

        Inoltre, i contributi alle fondazioni operative private descritte nella sezione 4942(j)(3) dell’Internal Revenue Code sono deducibili dai donatori nella misura del 50 per cento del reddito lordo rettificato del donatore, mentre i contributi a tutte le altre fondazioni private (tranne quelle discusse nella sezione Private Pass-through Foundation) …18 agosto 2021

        Continua…

        Qual è la differenza tra una fondazione operativa e una fondazione privata?

        Mentre una fondazione operativa privata può essere strettamente detenuta, e avere finanziamenti da un numero limitato di fonti, la fondazione operativa privata deve gestire programmi a diretto beneficio del pubblico, e non può considerare l’elargizione di fondi come un programma.Sep 29, 2016

        Continua…

        Una fondazione privata è un ente di beneficenza qualificato?

        Una fondazione privata, come una carità pubblica o una fondazione pubblica, è dedicata a svolgere una missione caritatevole. Tuttavia, una fondazione privata non è una carità pubblica perché, invece di ricevere un sostegno pubblico, è finanziata e controllata da un individuo, una famiglia o una società.

        Continua…

        Quali sono i vantaggi fiscali di una fondazione privata?

        Donare ad una fondazione privata può permetterti di: Ridurre l’imposta sul reddito per ogni anno in cui si effettua un contributo. Evitare le tasse sulle plusvalenze a seconda delle caratteristiche dei beni conferiti. Ridurre o eliminare potenziali tasse di successione.

        Continuare…

        Una fondazione privata operativa è un ente di beneficenza pubblico?

        1. Cos’è una fondazione operativa privata? Come altre fondazioni private tradizionali, una fondazione operativa privata è un’organizzazione federalmente esente da imposte ai sensi della sezione IRC 501(c)(3) che è finanziata principalmente da uno o pochi donatori (e quindi non può soddisfare i test di supporto della carità pubblica o dei fatti e delle circostanze).

        Continua…

        Un ente di beneficenza pubblico può dare soldi a una fondazione privata?

        Una fondazione privata è un’organizzazione della sezione 501(c)(3), e mentre le fondazioni private hanno regole speciali, nessuna regola proibisce all’organizzazione di ricevere contributi caritatevoli. … Lo status di Disqualified Person conta soprattutto nel senso che i DP non possono effettuare la maggior parte delle transazioni con la fondazione privata.

        Continua…

        Una fondazione privata può diventare un ente di beneficenza pubblico?

        Per chiedere la qualificazione retroattiva come ente di beneficenza pubblico, la fondazione può presentare un modulo 8940 (Richiesta di determinazione varia dell’IRS) e dimostrare che si è continuamente qualificata come ente di beneficenza pubblico.Aug 9, 2019

        Continua…

        Una fondazione privata è un ente di beneficenza pubblico?

        Le fondazioni private sono organizzazioni di beneficenza che non si qualificano come enti di beneficenza pubblici. In pratica, molte volte di solito sono organizzazioni non profit che sono state istituite con fondi provenienti da una singola fonte o da fonti specifiche, come il denaro della famiglia o dell’azienda – invece di finanziamenti dal pubblico generale.Oct 23, 2018

        Continua…

        Una fondazione privata è un ente di beneficenza registrato?

        Come carità registrata, una fondazione privata può emettere ricevute di donazione per i doni ricevuti da individui e società. La ricevuta di donazione viene emessa nel momento in cui viene fatta la donazione, ma le distribuzioni ad altri enti di beneficenza dalla fondazione privata possono essere fatte in futuro.Giu 23, 2021

        Continua…

        Qual è la differenza tra una 501c3 e una fondazione privata?

        Qual è la differenza tra una fondazione privata e un ente di beneficenza pubblico? Ogni organizzazione della sezione 501(c)(3) è classificata come fondazione privata o ente di beneficenza pubblico. Le fondazioni private e gli enti di beneficenza pubblici si distinguono principalmente per il livello di coinvolgimento pubblico nelle loro attività.Sep 3, 2021

        Continua…

        Qual è la differenza tra un trust di beneficenza e una fondazione privata?

        Un trust di beneficenza è trattato come una fondazione privata, a meno che non soddisfi i requisiti per una delle esclusioni che lo classificano come ente di beneficenza pubblico. … Tuttavia, un trust di beneficenza non è trattato come un’organizzazione caritatevole ai fini dell’esenzione dalle tasse.Aug 18, 2021

        Continua…

        Una fondazione privata è un ente di beneficenza al 50%?

        Le fondazioni private devono versare almeno il 5% del loro patrimonio ogni anno sotto forma di sovvenzioni e attività caritatevoli operative. … Invece, deve portare avanti i propri scopi caritatevoli. Tutte le fondazioni private sono organizzazioni 501(c)(3).

        Continua…

        Una fondazione di beneficenza è un rifugio fiscale?

        Reddito protetto più controllo. Il reddito degli investimenti della Fondazione, detenuto dai fiduciari della Fondazione, è esente da tassazione (ad eccezione dell’imposta dell’1-2% descritta di seguito).

        Continua…

Articolo precedente

Si possono lavare le lame di Nutribullet in lavastoviglie?

Articolo successivo

Rota è l’abbreviazione di rotazione?

You might be interested in …

Cos’è la programmazione in contanti?

Durante le crisi umanitarie, i programmi di trasferimento di denaro forniscono assistenza finanziaria direttamente ai beneficiari in modo che possano decidere di acquistare dai mercati locali ciò di cui hanno più bisogno. Cosa sono? I […]

Come si fa un giardino di cortile?

Create un po’ di magia all’aperto progettando un giardino di cortile. Questi spazi appartati creano un ambiente accogliente perfetto per il brunch domenicale, per accoccolarsi con un libro o per schiacciare qualche pisolino su una […]

Come si mescola Wella Koleston?

Come si usa Wella Koleston Perfect Me+? Lasciare circa 2 cm liberi dal cuoio capelluto. Applicare la miscela colorante alle radici. Special Blonde -HEAT: 50-60 min / +HEAT: 25-35 min 12% Welloxon Perfect 40 vol. […]