21 Maggio 2022
Expand search form

Tutte le proteine hanno una struttura quaternaria?

La forma di una proteina è fondamentale per la sua funzione perché determina se la proteina può interagire con altre molecole. Le strutture delle proteine sono molto complesse, e solo recentemente i ricercatori sono stati in grado di determinare facilmente e rapidamente la struttura di proteine complete fino al livello atomico. (Le tecniche utilizzate risalgono agli anni ’50, ma fino a poco tempo fa erano molto lente e laboriose da usare, quindi le strutture proteiche complete erano molto lente da risolvere). I primi biochimici strutturali hanno concettualmente diviso le strutture proteiche in quattro “livelli” per rendere più facile la comprensione della complessità delle strutture complessive. Per determinare come la proteina ottiene la sua forma o conformazione finale, dobbiamo capire questi quattro livelli di struttura proteica: primario, secondario, terziario e quaternario.

Struttura primaria

La struttura primaria di una proteina è la sequenza unica di aminoacidi in ogni catena polipeptidica che compone la proteina. In realtà, questo è solo un elenco di quali amminoacidi appaiono in quale ordine in una catena polipeptidica, non proprio una struttura. Ma, poiché la struttura finale della proteina dipende in ultima analisi da questa sequenza, questa è stata chiamata la struttura primaria della catena polipeptidica. Per esempio, l’ormone pancreatico insulina ha due catene polipeptidiche, A e B.

Struttura primariaLa catena A dell’insulina è lunga 21 aminoacidi e la catena B è lunga 30 aminoacidi, e ogni sequenza è unica per la proteina dell’insulina.

Il gene, o sequenza di DNA, determina in definitiva la sequenza unica di aminoacidi in ogni catena peptidica. Un cambiamento nella sequenza nucleotidica della regione codificante del gene può portare all’aggiunta di un diverso amminoacido alla catena polipeptidica in crescita, causando un cambiamento nella struttura della proteina e quindi nella funzione.

L’emoglobina, proteina di trasporto dell’ossigeno, consiste di quattro catene polipeptidiche, due catene α identiche e due catene β identiche. Nell’anemia falciforme, una singola sostituzione amminica nella catena β dell’emoglobina causa un cambiamento nella struttura dell’intera proteina. Quando l’aminoacido acido glutammico è sostituito dalla valina nella catena β, il polipeptide si piega in una forma leggermente diversa che crea una proteina emoglobina disfunzionale. Quindi, una sola sostituzione di aminoacido può causare cambiamenti drammatici. Queste proteine disfunzionali dell’emoglobina, in condizioni di basso ossigeno, iniziano ad associarsi tra loro, formando lunghe fibre fatte da milioni di emoglobine aggregate che distorcono i globuli rossi in forme a mezzaluna o “falce”, che intasano le arterie. Le persone colpite dalla malattia spesso sperimentano dispnea, vertigini, mal di testa e dolore addominale.

Malattia falciformeLe cellule falciformi sono a forma di mezzaluna, mentre le cellule normali sono a forma di disco.

Struttura secondaria

La struttura secondaria di una proteina è qualsiasi struttura regolare derivante dalle interazioni tra gli aminoacidi vicini o vicini mentre il polipeptide inizia a piegarsi nella sua forma funzionale tridimensionale. Le strutture secondarie sorgono quando si formano legami H tra gruppi locali di aminoacidi in una regione della catena polipeptidica. Raramente una singola struttura secondaria si estende per tutta la catena polipeptidica. Di solito è solo in una sezione della catena. Le forme più comuni di struttura secondaria sono le strutture a α-elica e a foglio β-pleato e giocano un ruolo strutturale importante nella maggior parte delle proteine globulari e fibrose.

Struttura secondariaL’α-elica e il foglio β-pleato si formano a causa del legame a idrogeno tra i gruppi carbonilici e amminici nella spina dorsale del peptide. Alcuni amminoacidi hanno una propensione a formare un’α-elica, mentre altri hanno una propensione a formare un foglio β-pleato.

Nella catena ad α-elica, il legame a idrogeno si forma tra l’atomo di ossigeno nel gruppo carbonilico della spina dorsale polipeptidica di un amminoacido e l’atomo di idrogeno nel gruppo amminico della spina dorsale polipeptidica di un altro amminoacido che si trova quattro amminoacidi più avanti lungo la catena. Questo tiene il tratto di aminoacidi in una spirale destrorsa. Ogni giro elicoidale in un’elica alfa ha 3,6 residui di aminoacidi. I gruppi R (le catene laterali) del polipeptide sporgono dalla catena α-elica e non sono coinvolti nei legami H che mantengono la struttura α-elica.

Nei fogli β-pleati, tratti di aminoacidi sono tenuti in una conformazione quasi completamente estesa che si “piega” o zig-zag a causa della natura non lineare dei singoli legami covalenti C-C e C-N. I fogli β-pleati non si presentano mai da soli. Devono essere tenuti in posizione da altri fogli β-pleati. I tratti di aminoacidi in fogli β-pleati sono tenuti nella loro struttura a fogli pieghettati perché si formano legami idrogeno tra l’atomo di ossigeno in un gruppo carbonilico della spina dorsale polipeptidica di un foglio β-pleato e l’atomo di idrogeno in un gruppo amminico della spina dorsale polipeptidica di un altro foglio β-pleato. I fogli β-pleati che si tengono insieme si allineano parallelamente o antiparallelamente l’uno all’altro. I gruppi R degli aminoacidi in un foglio β-pleato puntano perpendicolarmente ai legami idrogeno che tengono insieme i fogli β-pleati, e non sono coinvolti nel mantenimento della struttura del foglio β-pleato.

Struttura terziaria

La struttura terziaria di una catena polipeptidica è la sua forma tridimensionale complessiva, una volta che tutti gli elementi della struttura secondaria si sono ripiegati tra loro. Le interazioni tra gruppi R polari, non polari, acidi e basici all’interno della catena polipeptidica creano la complessa struttura terziaria tridimensionale di una proteina. Quando il ripiegamento delle proteine avviene nell’ambiente acquoso del corpo, i gruppi R idrofobici degli aminoacidi non polari si trovano principalmente all’interno della proteina, mentre i gruppi R idrofili si trovano principalmente all’esterno. Le catene laterali della cisteina formano legami disolfuro in presenza di ossigeno, l’unico legame covalente che si forma durante la piegatura delle proteine. Tutte queste interazioni, deboli e forti, determinano la forma tridimensionale finale della proteina. Quando una proteina perde la sua forma tridimensionale, non sarà più funzionale.

Struttura terziariaLa struttura terziaria delle proteine è determinata da interazioni idrofobiche, legame ionico, legame idrogeno e legami disolfuro.

Struttura quaternaria

La struttura quaternaria di una proteina è il modo in cui le sue subunità sono orientate e disposte l’una rispetto all’altra. Di conseguenza, la struttura quaternaria si applica solo alle proteine multi-subunità; cioè, proteine fatte da una più di una catena polipeptidica. Le proteine fatte da un singolo polipeptide non avranno una struttura quaternaria.

Nelle proteine con più di una subunità, le deboli interazioni tra le subunità aiutano a stabilizzare la struttura generale. Gli enzimi spesso giocano ruoli chiave nel legare le subunità per formare la proteina finale funzionante.

Per esempio, l’insulina è una proteina globulare a forma di palla che contiene sia legami idrogeno che legami disolfuro che tengono insieme le sue due catene polipeptidiche. La seta è una proteina fibrosa che risulta dal legame a idrogeno tra diverse catene β-pleate.

Quattro livelli di struttura proteicaI quattro livelli della struttura proteica possono essere osservati in queste illustrazioni.

Boundless seleziona e cura contenuti di alta qualità e con licenza libera da tutto il mondo. Questa particolare risorsa ha utilizzato le seguenti fonti:

Potresti essere interessato anche agli argomenti

Quale proteina non ha una struttura quaternaria?

L’emoglobina, la p53 e la DNA polimerasi sono tutte composte da subunità, mentre la mioglobina è una singola sequenza funzionale. Poiché la mioglobina non ha più subunità, non ha struttura quaternaria.

Continua…

Perché non tutte le proteine formano una struttura quaternaria?

Le proteine fatte da un singolo polipeptide non avranno una struttura quaternaria. Nelle proteine con più di una subunità, le deboli interazioni tra le subunità aiutano a stabilizzare la struttura complessiva. Gli enzimi spesso giocano un ruolo chiave nel legare le subunità per formare la proteina finale, funzionante.

Continua…

Quale tipo di proteine avrà strutture quaternarie?

d Struttura quaternaria Per definizione, solo le proteine multimeriche hanno struttura quaternaria; si riferisce alla disposizione di due o più catene polipeptidiche ripiegate.

Continua…

Tutte le proteine hanno 4 livelli di struttura?

I diversi livelli di struttura delle proteine sono noti come struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria. La struttura primaria è la sequenza di amminoacidi che compongono una catena polipeptidica.

Continua…

Come si fa a sapere se una proteina ha una struttura quaternaria?

La struttura quaternaria (QS) di una proteina viene determinata misurando il suo peso molecolare in soluzione. I dati devono essere estratti dalla letteratura, e possono mancare anche per le proteine che hanno una struttura cristallina riportata nella Protein Data Bank (PDB).

Continua…

Tutte le proteine devono raggiungere la loro struttura quaternaria prima di essere in grado di funzionare?

Tutte le proteine devono raggiungere la loro struttura quaternaria prima di essere in grado di funzionare.

Continua…

Quale delle seguenti non possiede una struttura quaternaria?

Quale delle seguenti non possiede una struttura quaternaria? Spiegazione: La mioglobina è un monomero, quindi non possiede una struttura quaternaria.

Continua…

Come si determina la struttura quaternaria di una proteina?

La struttura quaternaria (QS) di una proteina viene determinata misurando il suo peso molecolare in soluzione. I dati devono essere estratti dalla letteratura, e possono mancare anche per le proteine che hanno una struttura cristallina riportata nella Protein Data Bank (PDB).

Continua…

Qual è la differenza tra struttura terziaria e quaternaria delle proteine?

La struttura terziaria si riferisce alla configurazione di una subunità proteica nello spazio tridimensionale, mentre la struttura quaternaria si riferisce alle relazioni delle quattro subunità dell’emoglobina tra loro.

Continua…

Quale struttura non hanno tutte le proteine?

La risposta è No. Non tutte le molecole di proteine hanno strutture primarie, secondarie, terziarie e quaternarie. Non tutte le molecole di proteine hanno una struttura quaternaria…

Continua…

Tutti gli enzimi sono quaternari?

Spiegazione: Dipende completamente dall’enzima che stiamo considerando. Alcuni sono solo monomerici (per esempio la tripsina), altri contengono diverse subunità che interagiscono per formare una struttura quaternaria. … Nel caso della tripsina, una serina proteasi, potremmo dire che l’enzima ha solo una struttura terziaria.Jul 27, 2018

Continua…

Perché le proteine hanno una struttura quaternaria?

La struttura quaternaria si riferisce alla disposizione e all’interazione delle subunità che compongono una proteina. … Una cellula può conservare risorse preziose nella creazione di una grande proteina ripetendo la sintesi di alcune catene polipeptidiche molte volte piuttosto che sintetizzare una sola catena polipeptidica estremamente lunga.

Continua…

Perché alcune proteine hanno una struttura terziaria mentre altre hanno una struttura quaternaria?

Tuttavia, alcune proteine sono costituite da più catene polipeptidiche, note anche come subunità. … In generale, gli stessi tipi di interazioni che contribuiscono alla struttura terziaria (per lo più interazioni deboli, come il legame idrogeno e le forze di dispersione di Londra) tengono anche insieme le subunità per dare la struttura quaternaria.

Continua…

Qual è una caratteristica della struttura quaternaria delle proteine?

c) La struttura quaternaria di una proteina multimerica include sempre legami incrociati covalenti tra le subunità.

Continua…

Quale livello di struttura proteica non è presente in tutte le proteine?

Struttura quaternaria
Struttura quaternaria Non tutte le proteine hanno un livello di struttura quaternario.

Continua…

Articolo precedente

Che tipo di batterio è il Proteus?

Articolo successivo

Si può mangiare il cavolo rosso durante la dieta keto?

You might be interested in …

Cos’è il diabete insipido nefrogeno?

Il diabete insipido nefrogeno è un nome lungo per una condizione non comune. Il diabete insipido nefrogeno non è la stessa cosa del diabete mellito. Il diabete mellito causa elevati livelli di zucchero nel sangue. […]