28 Giugno 2022
Expand search form

Quando è stato creato il modello nucleare?

Rutherford ribaltò il modello di Thomson nel 1911 con il suo famoso esperimento della lamina d’oro, in cui dimostrò che l’atomo ha un nucleo piccolo e massiccio. Cinque anni prima Rutherford aveva notato che le particelle alfa irradiate attraverso un foro su una lastra fotografica producevano un’immagine dai bordi netti, mentre le particelle alfa irradiate attraverso un foglio di mica spesso solo 20 micrometri (o circa 0,002 cm) producevano un’impressione dai bordi sfocati. Per alcune particelle la sfocatura corrispondeva a una deviazione di due gradi. Ricordando quei risultati, Rutherford fece perfezionare l’esperimento al suo collega post-dottorato, Hans Geiger, e a uno studente universitario, Ernest Marsden. I giovani fisici irradiarono particelle alfa attraverso un foglio d’oro e le rilevarono come lampi di luce o scintillazioni su uno schermo. Il foglio d’oro era spesso solo 0,00004 cm. La maggior parte delle particelle alfa passava direttamente attraverso la pellicola, ma alcune venivano deviate dalla pellicola e colpivano un punto su uno schermo posto su un lato. Geiger e Marsden trovarono che circa una su 20.000 particelle alfa era stata deviata di 45° o più. Rutherford chiese perché così tante particelle alfa passavano attraverso la lamina d’oro mentre alcune venivano deviate così tanto. “Era quasi incredibile come se si sparasse un proiettile di 15 pollici contro un pezzo di carta velina, e questo tornasse indietro per colpirti”, disse Rutherford più tardi.

Esperimento di Rutherford sulla lamina d'oro

A pensarci bene, mi resi conto che questa dispersione all’indietro doveva essere il risultato di una singola collisione, e quando feci dei calcoli vidi che era impossibile ottenere qualcosa di quell’ordine di grandezza a meno che non si prendesse un sistema in cui la maggior parte della massa dell’atomo fosse concentrata in un nucleo minuto. Fu allora che ebbi l’idea di un atomo con un minuscolo centro massiccio che portava una carica.

Molti fisici diffidavano del modello atomico di Rutherford perché era difficile da conciliare con il comportamento chimico degli atomi. Il modello suggeriva che la carica sul nucleo fosse la caratteristica più importante dell’atomo, determinandone la struttura. D’altra parte, la tavola periodica degli elementi di Mendeleyev era stata organizzata secondo le masse atomiche degli elementi, implicando che la massa fosse responsabile della struttura e del comportamento chimico degli atomi.

Rutherford modello atomico

Gli studi di Moseley sui raggi X

Henry Gwyn Jeffreys Moseley, un giovane fisico inglese ucciso nella prima guerra mondiale, confermò che la carica positiva sul nucleo rivelava di più sulla struttura fondamentale dell’atomo rispetto alla massa atomica di Mendeleyev. Moseley studiò le linee spettrali emesse dagli elementi pesanti nella regione dei raggi X dello spettro elettromagnetico. Si basò sul lavoro fatto da diversi altri fisici britannici – Charles Glover Barkla, che aveva studiato i raggi X prodotti dall’impatto di elettroni su piastre metalliche, e William Bragg e suo figlio Lawrence, che avevano sviluppato un metodo preciso per utilizzare i cristalli per riflettere i raggi X e misurare la loro lunghezza d’onda per diffrazione. Moseley applicò sistematicamente il loro metodo per misurare gli spettri dei raggi X prodotti da molti elementi.

Moseley trovò che ogni elemento irradia raggi X di una lunghezza d’onda diversa e caratteristica. La lunghezza d’onda e la frequenza variano in modo regolare secondo la carica del nucleo. Chiamò questa carica il numero atomico. Nei suoi primi esperimenti, condotti nel 1913, Moseley usò quello che fu chiamato il K di raggi X per studiare gli elementi fino allo zinco. L’anno seguente estese questo lavoro usando un’altra serie di raggi X, la L serie L. Moseley stava conducendo la sua ricerca nello stesso periodo in cui il fisico teorico danese Niels Bohr stava sviluppando il suo modello quantistico a guscio dell’atomo. I due conferivano e condividevano i dati mentre il loro lavoro progrediva, e Moseley inquadrava la sua equazione in termini di teoria di Bohr identificando il K dei raggi X con il guscio più legato nella teoria di Bohr, il guscio N = 1, e identificando il guscio L di raggi X con il guscio successivo, N = 2.

Moseley presentò delle formule per le frequenze dei raggi X che erano strettamente legate alle formule di Bohr per le linee spettrali in un atomo di idrogeno. Moseley mostrò che la frequenza di una linea nello spettro dei raggi X è proporzionale al quadrato della carica sul nucleo. La costante di proporzionalità dipende dal fatto che i raggi X si trovino nel campo K o L serie. Questa è la stessa relazione che Bohr ha usato nella sua formula applicata alle serie Lyman e Balmer di linee spettrali. La regolarità delle differenze nelle frequenze dei raggi X ha permesso a Moseley di ordinare gli elementi per numero atomico dall’alluminio all’oro. Ha osservato che, in alcuni casi, l’ordine per pesi atomici non era corretto. Per esempio, il cobalto ha una massa atomica più grande del nichel, ma Moseley trovò che ha il numero atomico 27 mentre il nichel ha 28. Quando Mendeleyev costruì la tavola periodica, basò il suo sistema sulle masse atomiche degli elementi e dovette mettere cobalto e nichel fuori ordine per far combaciare meglio le proprietà chimiche. In alcuni punti in cui Moseley trovò più di un intero tra gli elementi, predisse correttamente che sarebbe stato scoperto un nuovo elemento. Poiché c’è solo un elemento per ogni numero atomico, gli scienziati potevano essere sicuri per la prima volta della completezza della tavola periodica; nessun nuovo elemento inaspettato sarebbe stato scoperto.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come fu scoperto il modello nucleare?

Il modello nucleare di Rutherford. Rutherford ribaltò il modello di Thomson nel 1911 con il suo famoso esperimento della lamina d’oro, in cui dimostrò che l’atomo ha un nucleo piccolo e massiccio. … “Era quasi incredibile come se si sparasse un proiettile di 15 pollici contro un pezzo di carta velina, e questo tornasse indietro per colpirti”, disse Rutherford più tardi …

Continua…

Cos’era il modello nucleare dell’atomo?

Il modello atomico di Rutherford divenne noto come modello nucleare. Nell’atomo nucleare, i protoni e i neutroni, che comprendono quasi tutta la massa dell’atomo, si trovano nel nucleo al centro dell’atomo. Gli elettroni sono distribuiti intorno al nucleo e occupano la maggior parte del volume dell’atomo.

Continua…

Chi ha creato il modello nucleare?

il fisico Ernest Rutherford
Modello Rutherford, chiamato anche modello atomico Rutherford, atomo nucleare o modello planetario dell’atomo, descrizione della struttura degli atomi proposta (1911) dal fisico neozelandese Ernest Rutherford.

Continua…

Cosa ha scoperto James Chadwick?

Nel 1932, Chadwick fece una scoperta fondamentale nel campo della scienza nucleare: dimostrò l’esistenza dei neutroni, particelle elementari prive di carica elettrica.

Continua…

Cosa è successo nel 1932 per cambiare l’idea degli atomi?

Dal 1920, i fisici sapevano che la maggior parte della massa dell’atomo si trovava in un nucleo al suo centro, e che questo nucleo centrale conteneva protoni. Nel maggio 1932 James Chadwick annunciò che il nucleo conteneva anche una nuova particella senza carica, che chiamò neutrone.

Continua…

Qual era la teoria di Chadwick?

Chadwick è meglio conosciuto per la sua scoperta del neutrone nel 1932. Un neutrone è una particella senza carica elettrica che, insieme ai protoni con carica positiva, costituisce il nucleo di un atomo. Bombardare elementi con neutroni può riuscire a penetrare e scindere i nuclei, generando un’enorme quantità di energia.

Continua…

Perché Chadwick ha usato la cera di paraffina?

Chadwick sentiva che la radiazione non poteva essere costituita da raggi γ. Le particelle α non potevano fornire abbastanza energia per farlo. Pensava che i raggi di berillio fossero neutroni. … Nel percorso dei raggi, Chadwick mise un bersaglio di paraffina.31 maggio 2014

Continua…

Chi è responsabile della morte della chimica in 2000 anni?

Il chimico John Dalton
Morte al campo della Chimica per 2000 anni! All’inizio del 1800, il chimico inglese John Dalton eseguì una serie di esperimenti che alla fine portarono all’accettazione dell’idea degli atomi. Formulò la prima teoria atomica dopo la “morte della chimica” avvenuta nei 2000 anni precedenti.

Continua…

Chi ha pensato per primo di scindere l’atomo?

Furono due fisici britannici, John Cockcroft e Ernest Walton, che per primi scissero l’atomo per confermare la teoria di Einstein.

Continua…

Come fece James Chadwick a dimostrare l’esistenza dei neutroni?

Per dimostrare che la particella era effettivamente il neutrone, Chadwick misurò la sua massa. Non poteva pesarla direttamente. Invece misurò tutto il resto nella collisione e usò queste informazioni per calcolare la massa. Per la sua misurazione della massa, Chadwick bombardò il boro con particelle alfa.

Continua…

Cos’era il modello atomico di Democrito?

Democrito credeva che gli atomi fossero uniformi, solidi, duri, incomprimibili e indistruttibili e che si muovessero in numero infinito nello spazio vuoto fino a fermarsi. Le differenze nella forma e nella dimensione atomica determinavano le varie proprietà della materia. … Gli atomi dell’anima erano considerati particolarmente fini.

Continua…

Chi ha scoperto il protone?

Ernest Rutherford
Sono passati 100 anni da quando Ernest Rutherford pubblicò i suoi risultati che dimostravano l’esistenza del protone. Per decenni, il protone è stato considerato una particella elementare.Jun 12, 2019

Continua…

Quando è nato Chadwick?

20 ottobre 1891, Bollington, Regno Unito
James Chadwick/nato

Continua…

Quando è nato Chadwick è morto?

James Chadwick, per esteso Sir James Chadwick, (nato il 20 ottobre 1891, Manchester, Inghilterra-morto il 24 luglio 1974, Cambridge, Cambridgeshire), fisico inglese che ricevette il premio Nobel per la fisica nel 1935 per la scoperta del neutrone.16 ottobre 2021

Continua…

Chi ha creato la bomba atomica?

J. Robert Oppenheimer
J. Robert Oppenheimer (1904-1967) è stato un fisico teorico americano. Durante il Progetto Manhattan, Oppenheimer fu direttore del Los Alamos Laboratory e responsabile della ricerca e della progettazione di una bomba atomica. È spesso conosciuto come il “padre della bomba atomica”.

Continua…

Qual è stato il contributo di Albert Einstein alla teoria atomica?

Einstein nel 1905 dimostrò anche matematicamente l’esistenza degli atomi, contribuendo così a rivoluzionare tutte le scienze attraverso l’uso della statistica e della probabilità. La teoria atomica dice che qualsiasi liquido è composto da molecole (invisibili nel 1905). Inoltre, queste molecole sono sempre in movimento casuale e incessante.Mar 20, 2012

Continua…

Articolo precedente

Chi ha dipinto la Madonna in trono?

Articolo successivo

Si sposano nella proposta?

You might be interested in …

Qual è il ciclo di una rana?

Il ciclo di vita di una rana consiste in tre fasi: uovo, larva e adulto. Mentre la rana cresce, si muove attraverso queste fasi in un processo noto come metamorfosi. Le rane non sono gli […]

Cos’è un test ESP?

A proposito, le carte Zener prendono il nome dallo psicologo svizzero Dr. Karl Zener (1903-1963) che sviluppò le carte per i test ESP di J.B. Rhine. Scena da “Ghostbusters Due scene da “Colombo va alla […]