28 Settembre 2022
Expand search form

Qual è il problema etico più comune nella ricerca sul campo?

La ricerca che coinvolge soggetti umani deve seguire certi standard etici per assicurarsi che i soggetti non vengano danneggiati. Tale danno può essere piuttosto grave nella ricerca medica, a meno che non vengano prese certe precauzioni. Per esempio, nel 1932 l’U.S. Public Health Service iniziò a studiare diverse centinaia di uomini afroamericani poveri e analfabeti a Tuskegee, in Alabama. Gli uomini avevano la sifilide, per la quale allora non esisteva una cura, e furono studiati per determinarne gli effetti. Dopo che gli scienziati scoprirono un decennio dopo che la penicillina poteva curare questa malattia, gli scienziati del governo decisero di non dare la penicillina agli uomini di Tuskegee perché così facendo avrebbero messo fine alla loro ricerca. Come risultato, molti degli uomini morirono per la loro malattia, e alcune delle loro mogli e figli ne furono colpiti. Lo studio non finì fino ai primi anni ’70, quando la stampa finalmente rivelò l’esperimento. Diversi osservatori l’hanno paragonato agli esperimenti condotti dagli scienziati nazisti. Se i soggetti fossero stati bianchi e di classe media, hanno detto, il governo avrebbe terminato lo studio una volta appreso che la penicillina poteva curare la sifilide (Jones, 1981).

Una linea di uomini afroamericani a Tuskeee

In uno studio iniziato nel 1932 sulla sifilide tra gli uomini afroamericani a Tuskegee, Alabama, i medici del governo decisero di non dare la penicillina agli uomini dopo aver scoperto che questo farmaco avrebbe curato la sifilide.

Fortunatamente, la ricerca sociologica non ha questo potenziale di causare morte o malattie gravi, ma può ancora causare altri tipi di danni e quindi deve seguire standard etici. Il governo federale ha un ampio set di norme per la ricerca su soggetti umani, e la principale società professionale di sociologia, l’American Sociological Association, ha un codice etico per la ricerca sociologica.

Una delle linee guida etiche più importanti nella ricerca sociologica e in altre ricerche su soggetti umani riguarda la privacy e la riservatezza. Quando fanno ricerca, i sociologi dovrebbero proteggere la privacy e la riservatezza dei loro soggetti. Quando si usa un sondaggio, i dati devono essere codificati (preparati per l’analisi al computer) in modo anonimo, e in nessun modo dovrebbe essere possibile per qualsiasi risposta essere collegata all’intervistato che l’ha data. Nella ricerca sul campo, anche l’anonimato deve essere mantenuto, e gli pseudonimi (nomi falsi) dovrebbero essere usati normalmente quando il ricercatore riporta ciò che ha osservato.

Alcuni sociologi considerano la privacy e la riservatezza dei soggetti così importanti che hanno rischiato il carcere quando hanno rifiutato di violare la riservatezza. In un esempio, uno studente laureato di nome Mario Brajuha stava facendo un’osservazione partecipante come cameriere in un ristorante a Long Island, New York, quando il ristorante andò a fuoco. Quando la polizia sospettò un incendio doloso, chiese a Brajuha di consegnare i suoi appunti sul campo. Quando Brajuha ha rifiutato, è stato minacciato di imprigionamento. Nel frattempo, due sospetti nel caso chiesero anche i suoi appunti sul campo per la loro difesa legale, ma ancora una volta Brajuha rifiutò. La controversia terminò 2 anni dopo, quando i sospetti morirono e l’ufficio del procuratore abbandonò il suo tentativo di ottenere gli appunti (Brajuha & Hallowell, 1986).

In un altro caso, uno studente laureato di nome Rik Scarce si rifiutò di consegnare i suoi appunti sul campo sugli ambientalisti radicali dopo che uno dei gruppi che stava studiando aveva vandalizzato un laboratorio universitario. Scarce fu incarcerato per oltraggio alla corte quando si rifiutò di dire a un gran giurì ciò che aveva imparato sul gruppo e passò diversi mesi dietro le sbarre (Monaghan, 1993).

Un terzo esempio suscitò molte discussioni tra i sociologi quando venne alla luce. Laud Humphreys studiò il sesso omosessuale maschile che aveva luogo nei bagni pubblici. Lo fece facendo da palo in diversi incontri in cui due uomini fecero sesso; gli uomini non sapevano che Humphreys era un ricercatore. Annotò anche le loro targhe e ottenne i loro indirizzi e un anno dopo si travestì e intervistò gli uomini nelle loro case. Molti sociologi e altri osservatori in seguito criticarono Humphreys per aver agito così segretamente e per aver violato la privacy dei suoi soggetti. Humphreys rispose che aveva protetto i nomi degli uomini e che il loro comportamento non era privato, poiché era stato condotto in un ambiente pubblico (Humphreys, 1975).

Un cancello in una prigione

Il requisito del consenso informato diventa un problema etico quando i prigionieri sono studiati, perché i prigionieri possono sentirsi pressati a partecipare allo studio.

Un altro problema etico riguarda il consenso. Prima che un ricercatore possa iniziare ad ottenere dati, i soggetti della ricerca devono normalmente firmare un consenso informato modulo. Questo modulo riassume gli obiettivi dello studio e i possibili rischi di essere un soggetto. Se i ricercatori vogliono studiare i minori (sotto i 18 anni), normalmente devono ottenere la firma di un genitore o tutore legale. Il consenso informato è un requisito per la maggior parte delle ricerche “reali” in questi giorni, ma sorgono problemi etici sul significato di “consenso”. Affinché il consenso abbia un significato reale, i potenziali soggetti di ricerca devono avere il diritto di rifiutare di prendere parte a un progetto di ricerca senza alcuna sanzione. Altrimenti, potrebbero sentirsi spinti a partecipare al progetto senza volerlo veramente. Questo risultato violerebbe ciò che il “consenso” dovrebbe significare nel processo di ricerca. A volte ai soggetti viene promessa una piccola ricompensa (spesso tra i 5 e i 20 dollari) per prendere parte a un progetto di ricerca, ma sono ancora assolutamente liberi di rifiutare di farlo, e questo piccolo incentivo non è considerato come una pressione indebita a partecipare.

Il consenso informato diventa un problema particolare quando un ricercatore vuole includere certe popolazioni in uno studio. Forse l’esempio più chiaro di tale problema è quando uno studio coinvolge dei prigionieri. Quando ai prigionieri viene chiesto di essere intervistati o di compilare un questionario, essi possono certamente rifiutarsi di farlo, ma possono sentirsi spinti a partecipare. Si rendono conto che se partecipano, possono avere maggiori probabilità di essere visti come un prigioniero “modello”, il che li aiuta a vincere il “tempo buono” che riduce la loro pena o li aiuta a vincere una decisione di rilascio da una commissione per la libertà vigilata. Al contrario, se si rifiutano di partecipare, non solo perdono questi vantaggi, ma possono anche essere visti come un po’ come un piantagrane e guadagnarsi un controllo extra da parte delle guardie carcerarie. Le società scientifiche continuano a discutere le questioni etiche coinvolte negli studi sui prigionieri e su altre popolazioni vulnerabili (ad esempio, i delinquenti negli istituti minorili, i pazienti negli istituti psichiatrici), e non ci sono risposte facili alle questioni etiche che sorgono in tali studi.

Come dimostrano tutti questi esempi di problemi etici, non è sempre facile decidere se un particolare progetto di ricerca è eticamente giustificabile. In parte per questo motivo, i college e le università hanno comitati che esaminano le proposte di ricerca su soggetti umani per garantire che le linee guida federali siano seguite.

Conclusioni chiave

  • I potenziali problemi etici nella ricerca sociologica non sono normalmente così gravi come quelli della ricerca medica, ma i sociologi devono comunque fare attenzione a procedere in modo etico nella loro ricerca.
  • La linea guida che impone di ottenere il consenso informato dai potenziali soggetti di ricerca è una questione speciale per le popolazioni vulnerabili come i prigionieri.

Autocontrollo

Riferimenti

Brajuha, M., & Hallowell, L. (1986). Intrusione legale e la politica del lavoro sul campo: L’impatto del caso Brajuha. Vita urbana, 14, 454–478.

Humphreys, L. (1975). Teamroom trade: sesso impersonale in luoghi pubblici. Chicago, IL: Aldine.

Jones, J. H. (1981). Cattivo sangue: L’esperimento sulla sifilide di Tuskegee. New York, NY: Free Press.

Monaghan, P. (1993). Il sociologo viene incarcerato per essersi rifiutato di testimoniare sul soggetto della ricerca. Chronicle of Higher Education, 39, 10.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual è il problema etico più importante nella ricerca?

Risultati: Le principali questioni etiche nella conduzione della ricerca sono: a) Consenso informato, b) Beneficenza – Non nuocere c) Rispetto dell’anonimato e della riservatezza d) Rispetto della privacy.

Continua…

Quali sono le sei questioni etiche nella ricerca?

Ci sono sei ampie aree etiche che devono essere considerate nella vostra ricerca. In questo capitolo, discuteremo la partecipazione volontaria, il consenso informato, la riservatezza e l’anonimato, il potenziale di danno, la comunicazione dei risultati e questioni etiche più specifiche.

Continua…

Quali sono le 5 considerazioni etiche nella ricerca?

Cinque principi per l’etica della ricercaDiscutere francamente la proprietà intellettuale. … Essere consapevoli dei ruoli multipli. … Seguire le regole del consenso informato. … Rispettare la riservatezza e la privacy. … Attingere alle risorse di etica.

Continuare…

Quali sono le 3 questioni etiche sollevate dalla ricerca online?

Privacy dei partecipanti, riservatezza e anonimato. La privacy dei partecipanti, la riservatezza e l’anonimato sono stati i problemi etici più comunemente riportati. Queste preoccupazioni sono applicabili alla ricerca su internet in tutte le discipline, non solo quelle che coinvolgono famiglie e bambini.Sep 27, 2018

Continua…

Quali sono i problemi etici comuni?

Tipi di problemi etici negli affariDiscriminazione. Uno dei più grandi problemi etici che riguardano il mondo degli affari nel 2020 è la discriminazione. … Molestie. … Contabilità non etica. … Salute e sicurezza. … Abuso di autorità di leadership. … Nepotismo e favoritismo. … Privacy. … Spionaggio aziendale.

Continua…

Quali sono le questioni etiche nella ricerca scientifica?

Questa ricerca ha trovato dieci principi etici comuni a tutte le discipline scientifiche. Essi sono: dovere verso la società; beneficenza; conflitto di interessi; consenso informato; integrità; non discriminazione; non sfruttamento; privacy e riservatezza; competenza professionale; e disciplina professionale.

Continua…

Quali sono le questioni etiche nella ricerca quantitativa?

Queste norme etiche includono questioni come i requisiti di onestà, i requisiti per il consenso informato, l’anonimizzazione e la conservazione dei dati, il diritto di accesso ai dati per i partecipanti e il dovere di riservatezza per tutti coloro che intraprendono la ricerca.Mar 13, 2019

Continua…

Qual è una questione etica da considerare relativa al ricercatore?

I ricercatori affrontano sfide etiche in tutte le fasi dello studio, dalla progettazione alla segnalazione. Questi includono l’anonimato, la riservatezza, il consenso informato, il potenziale impatto dei ricercatori sui partecipanti e viceversa.Aug 4, 2014

Continua…

Quali sono i 3 tipi fondamentali di questioni etiche?

Continua…

Cos’è un esempio di questione etica?

Continua…

Cosa si intende per questioni etiche nella ricerca?

Vedi anche: Scrivere una proposta di ricerca. L’etica è in generale l’insieme delle regole, scritte e non scritte, che governano le nostre aspettative sul nostro e altrui comportamento. In effetti, stabiliscono come ci aspettiamo che gli altri si comportino, e perché.

Continua…

Quali sono le considerazioni etiche nella ricerca?

Cosa sono le considerazioni etiche nella ricerca? Le considerazioni etiche nella ricerca sono un insieme di principi che guidano i vostri progetti e pratiche di ricerca. Questi principi includono la partecipazione volontaria, il consenso informato, l’anonimato, la riservatezza, il potenziale di danno e la comunicazione dei risultati.Oct 18, 2021

Continua…

Quali sono gli standard etici nella ricerca?

Sforzarsi di essere onesti in tutte le comunicazioni scientifiche. Riferisci onestamente i dati, i risultati, i metodi e le procedure e lo stato di pubblicazione. Non fabbricare, falsificare o travisare i dati. Non ingannare i colleghi, gli sponsor della ricerca o il pubblico.

Continua…

Articolo precedente

Quale linguaggio figurato è usato in Vagavo solitario come una nuvola?

Articolo successivo

Cosa ha significato l’indipendenza per l’America Latina?

You might be interested in …

Quali piante colorate crescono all’ombra?

Il giardinaggio all’ombra ha la reputazione di essere difficile, ma non deve esserlo per forza. Scegliendo le piante giuste che amano l’ombra, è possibile avere un bel paesaggio anche con luce limitata. Alcune delle piante […]

Jandy è un buon riscaldatore per piscina?

Con un’ingegneria all’avanguardia nel settore, l’innovativa linea di riscaldatori e pompe di calore Jandy è progettata per offrire soluzioni di riscaldamento di qualità e a basso consumo energetico, in modo che tu possa goderti una […]

Come si ottiene un permesso a 15 anni?

Se avete bisogno di sapere come ottenere il vostro primo permesso di istruzione provvisoria in California, non cercate oltre! Di seguito sono riportati i passi che dovete fare per ottenere il vostro primo permesso di […]