17 Maggio 2022
Expand search form

Qual è il nome comune dell’orticaria?

Orticaria (pronunciato ur-tuh-keh-ree-uh) è un’altra parola per orticaria. Si stima che il 20% delle persone negli Stati Uniti svilupperà l’orticaria – un’eruzione cutanea pruriginosa accompagnata da bolle o macchie rosse in rilievo – ad un certo punto della loro vita. Lo sviluppo dell’orticaria è spesso legato a una reazione allergica, di solito al cibo, al lattice o al veleno degli insetti.

Cos’è l’orticaria idiopatica cronica (CIU)?

Alcune persone sviluppano un’orticaria in cui i sintomi vanno e vengono per sei o più settimane. Queste sono conosciute come orticaria cronica o orticaria cronica.

A volte tu e il tuo medico non siete in grado di identificare cosa sta causando l’orticaria che continua a tornare. Spesso l’orticaria può verificarsi su diverse parti del corpo. Quando questo accade, l’orticaria è chiamata orticaria idiopatica cronica (CIU). Idiopatica significa “di causa sconosciuta”.

Un altro nome per la CIU è orticaria cronica spontanea (CSU).

I focolai di CIU possono comparire in qualsiasi momento senza fattori scatenanti. L’orticaria cronica non è contagiosa. I sintomi della CIU non sono pericolosi per la vita, ma la CIU può causare estremo disagio e avere un grande impatto sulla qualità della vita.

Quanto è comune la CIU?

La CIU colpisce circa 1,6 milioni di persone negli Stati Uniti. La CIU si verifica più spesso nelle persone tra i 20 e i 40 anni. Le donne hanno il doppio delle probabilità di avere la CIU rispetto agli uomini.

Quali sono le cause della CIU?

Si pensa che la CIU sia una risposta del sistema immunitario. Per questo motivo, è meglio vedere un allergologo certificato dal consiglio di amministrazione e formato in immunologia.

Foto che mostra l'aspetto dell'orticaria

Come viene diagnosticata l’orticaria idiopatica cronica?

Quando voi e il vostro medico non siete in grado di identificare la causa della vostra orticaria cronica, è probabile che si tratti di orticaria idiopatica cronica.

Durante la tua prima visita dal medico, ti possono essere poste le seguenti domande per cercare di individuare la causa dell’orticaria:

  • Quando e dove sul corpo si verifica l’orticaria?
  • C’è del gonfiore?
  • Quanto durano i sintomi?
  • Cosa stavi facendo nel momento in cui è comparsa l’orticaria?
  • Quali farmaci (se ce ne sono) stai prendendo?
  • Ci sono altri sintomi?

Un esame del sangue può aiutare la diagnosi, dato che le cellule del sangue dei pazienti con CIU spesso producono enormi quantità di istamina.

Il tuo medico ti chiederà anche quali cibi stavi mangiando al momento dei sintomi per determinare se un allergene alimentare ha causato l’orticaria.

Come viene trattata l’orticaria idiopatica cronica?

La CIU non è una condizione che dura tutta la vita; di solito va via da sola in un periodo di giorni, settimane o mesi. Nel frattempo, medici e pazienti lavorano insieme per trovare il trattamento più appropriato e la strategia di gestione dei sintomi.

Le linee guida della CIU raccomandano un approccio graduale al trattamento, iniziando con antistaminici da banco, preferibilmente non sedativi. (Poiché la CIU è una condizione di tutto il corpo, le creme topiche per la pelle non sono considerate un trattamento).

Se questo non aiuta, i bloccanti H2 sono il passo successivo. Questi bloccano la produzione dell’istamina che causa l’orticaria. I medici potrebbero anche considerare il montelukast, che blocca i leucotrieni, una sostanza chimica coinvolta nell’infiammazione.

Un’altra considerazione è l’omalizumab, un biologo anti-IgE dato per iniezione (di solito una volta al mese) per bloccare gli anticorpi IgE coinvolti nella produzione di istamina.

Quali sono gli impatti dell’orticaria idiopatica cronica sulla qualità della vita?

Mentre il peso fisico della CIU è significativo, è importante capire l’impatto che la CIU può avere sulla qualità della vita. Alcune persone con la CIU descrivono gli episodi casuali di pelle estremamente pruriginosa o dolorosa come una sensazione di edera velenosa o la voglia di grattarsi via la pelle. Questi sintomi possono lasciare chi ha a che fare con la CIU nel dolore e nella fatica. Può causare difficoltà a dormire. Molte persone sviluppano anche ansia e depressione.

Le persone con CIU sono spesso frustrate dalla natura sconosciuta di questa malattia. Possono anche sentirsi socialmente stigmatizzati perché la loro pelle può sembrare “malata”, il che può indurli a evitare situazioni sociali. I costi dell’assistenza sanitaria per la CIU, così come la perdita di produttività lavorativa, aumentano ulteriormente l’onere.

Uno studio del 2017 1 ha identificato diverse fasi del viaggio per i pazienti che vivono con l’orticaria idiopatica cronica.

  • La prima fase è la fase di crisi in cui si sviluppano i sintomi, e il paziente spesso sperimenta sentimenti di tormento, disorientamento e shock a causa della natura dei sintomi.
  • La fase successiva comporta la ricerca di risposte, mentre i pazienti iniziano a fare visite ripetute ai medici e anche a fare le proprie ricerche.
  • La terza fase è quando la condizione è diagnosticata, che può fornire una certa speranza e sollievo, e i pazienti iniziano a connettersi con altri che hanno Nonostante una diagnosi definitiva, i pazienti ancora sperimentano l’ansia e lottano con la causa sconosciuta della loro malattia.
  • L’ultima fase coinvolge la gestione della malattia, in cui i pazienti imparano a convivere con la malattia, ma questo è spesso un problema misto perché può dipendere da quanto è efficace il trattamento e se ci sono sintomi ricorrenti.

Cosa possono fare gli operatori sanitari per essere più utili alle persone che hanno a che fare con l’orticaria idiopatica cronica?

Quando le persone iniziano ad affrontare la CIU, è importante che l’operatore sanitario ascolti e capisca le esperienze delle persone e riconosca le diverse fasi del loro viaggio. I pazienti con CIU hanno bisogno di sentire che i loro medici li prendono sul serio, li coinvolgono nella pianificazione del trattamento e riconoscono come questa malattia influenzi la loro qualità di vita.

La ricerca in corso sugli impatti psicosociali della CIU aiuterà a colmare le lacune nella cura e ad assicurare che i bisogni dei pazienti CIU siano affrontati in modo più completo.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual è un termine più comune per l’orticaria?

L’orticaria (il termine comune per l’orticaria), è un’eruzione cutanea rosa o rossa che può apparire come macchie o grumi rossi in rilievo (wheals), sulla pelle.

Continua…

Qual è il nome scientifico dell’orticaria?

Il nome scientifico dell’orticaria è orticaria. Un’orticaria è un “siero” in rilievo, estremamente pruriginoso o una protuberanza sulla pelle con arrossamento della pelle circostante. L’orticaria spesso dura meno di un giorno e di solito scompare entro poche ore. Possono essere piccole protuberanze o aree grandi e di forma irregolare.Apr 1, 2019

Continua…

Qual è il termine medico per l’orticaria?

“Orticaria” è il termine medico per l’orticaria. L’orticaria è un’area sollevata o gonfia della pelle che prude intensamente (foto 1). L’orticaria è una condizione molto comune.Oct 11, 2021

Continua…

Sono anche chiamati orticaria?

L’orticaria, conosciuta anche come orticaria, colpisce circa il 20% delle persone in qualche momento della loro vita. Può essere scatenata da molte sostanze o situazioni e di solito inizia come una chiazza di pelle pruriginosa che si trasforma in gonfiori rossi.

Continua…

L’orticaria è una malattia autoimmune?

In circa la metà dei pazienti con orticaria idiopatica cronica, la spiegazione è che il sistema immunitario del corpo è, in un certo senso, iperattivo. L’orticaria è “autoimmune”. Il sistema immunitario attacca i normali tessuti del corpo e provoca di conseguenza l’orticaria.

Continua…

Perché si chiama orticaria?

L’orticaria, conosciuta anche come orticaria, è una specie di eruzione cutanea con protuberanze rosse, in rilievo e pruriginose….OrticariaSintomiRosso, in rilievo, protuberanze pruriginoseDurataAlcuni giorniCauseDopo un’infezione, risultato di una reazione allergicaFattori di rischioFebbre da fieno, asma7 altre righe

Continua…

Qual è la causa principale dell’orticaria?

L’orticaria si verifica quando un fattore scatenante causa il rilascio di alti livelli di istamina e altri messaggeri chimici nella pelle. Queste sostanze causano l’apertura dei vasi sanguigni nell’area interessata della pelle (spesso con conseguente rossore o rosato) e la loro perdita.

Continua…

Qual è il modo più veloce per curare l’orticaria?

Applicare un impacco freddo, come cubetti di ghiaccio avvolti in un panno, sulla pelle pruriginosa più volte al giorno, a meno che il freddo non scateni l’orticaria. Usare farmaci antipruriginosi che si possono comprare senza prescrizione medica, come un antistaminico o una lozione di calamina.

Continua…

L’orticaria può essere autoimmune?

L’orticaria è “autoimmune”. Il sistema immunitario attacca i normali tessuti del corpo e provoca di conseguenza l’orticaria.

Continua…

L’orticaria è legata alla tiroide?

Il legame tra orticaria cronica e tiroide L’orticaria cronica e la malattia della tiroide sono entrambe di natura autoimmune. Una revisione della ricerca del 2020 ha osservato che l’orticaria cronica spontanea è associata alla malattia autoimmune della tiroide in una percentuale compresa tra il 4,3% e il 57,4% degli adulti con la condizione.3 marzo 2021

Continua…

L’orticaria è legata al lupus?

Circa il 10% di tutte le persone con lupus sperimenteranno l’orticaria. Queste lesioni di solito prudono, e anche se le persone spesso sperimentano l’orticaria a causa di reazioni allergiche, l’orticaria che dura più di 24 ore è probabilmente dovuta al lupus.

Continua…

Quale malattia autoimmune causa il prurito della pelle?

Come il lupus sistemico, il lupus cutaneo è causato da una risposta autoimmune, cioè il corpo attacca i propri tessuti e organi. Nel lupus cutaneo, il sistema immunitario prende di mira le cellule della pelle, causando l’infiammazione che porta a eruzioni e piaghe rosse, spesse e spesso squamose che possono bruciare o prudere.

Continua…

La vitamina D bassa causa l’orticaria?

La diminuzione delle concentrazioni di vitamina D nel siero è stata collegata a disturbi della funzione immunitaria e può contribuire allo sviluppo di orticaria cronica e altre malattie allergiche.

Continua…

Bere molta acqua aiuta con l’orticaria?

Una volta che il tuo corpo è disidratato, la produzione di istamina aumenta, il che fa sì che il corpo abbia gli stessi sintomi scatenanti delle allergie stagionali. Bere molta acqua aiuterà a prevenire la maggiore produzione di istamina e ad alleviare i sintomi dell’allergia.Apr 1, 2016

Continua…

Zyrtec aiuta con l’orticaria?

Usi. Zyrtec è approvato per il trattamento di: Orticaria (orticaria) Rinite allergica (febbre da fieno): Gli antistaminici possono diminuire i sintomi di lacrimazione, prurito agli occhi, starnuti, prurito al naso e prurito agli occhi.Jan 2, 2020

Continua…

Articolo precedente

Cos’è vSphere Essentials Plus?

Articolo successivo

Quale uccello depone un piccolo uovo rosa?

You might be interested in …

Quali animali mangiano i cetrioli di mare?

I cetrioli di mare (Holothuroidea) fanno parte del phylum di creature marine chiamate echinodermi, un gruppo che include stelle marine, dollari della sabbia e ricci di mare. Esistono circa 1.250 varietà di cetrioli di mare […]

Si può bere al Golden Gate Park?

Come la maggior parte degli abitanti delle città che si preparano per una notte di bevute, io e il mio compagno di stanza abbiamo una routine: ci prepariamo. Ma la nostra è un po’ diversa. […]