17 Maggio 2022
Expand search form

Perché usiamo la valutazione sensoriale?

immagine articolo bizfluent

La valutazione sensoriale è il processo di determinare come un consumatore reagisce a un prodotto o a un ambiente di vendita al dettaglio utilizzando i cinque sensi di base. Questi sensi interagiscono tra loro in modo sottile e ampio, ed è per questo che le aziende mirano a creare prodotti ed esperienze che forniscano un feedback sensoriale favorevole in tutte e cinque le categorie. Per esempio, se un prodotto ha un odore strano, pochi consumatori vorranno assaggiarlo, anche se ha un sapore piacevole. Assicurarsi che i prodotti attraggano tutti e cinque i sensi aumenta la probabilità che il prodotto diventi popolare e redditizio.

TL;DR (troppo lungo; non letto)

Una valutazione sensoriale è il processo scientifico di misurazione delle reazioni dei consumatori a specifici prodotti.

Sfruttare la scienza sensoriale

Gli esseri umani hanno molti sensi. I più comunemente discussi sono i cinque di base: vista, olfatto, udito, gusto e tatto. La valutazione sensoriale è la pratica scientifica di interpretare le reazioni sensoriali dei consumatori ai prodotti. La capacità sensoriale di ogni individuo è unica, quindi è importante che le aziende non si limitino a condurre valutazioni sensoriali con volontari in grado di discernere tra diversi prodotti, ma piuttosto con un ampio campione di volontari.

Anche se l’analisi sensoriale è spesso usata per misurare le reazioni dei consumatori a prodotti di consumo come alimenti e cosmetici, può essere usata per misurare le loro reazioni a qualsiasi cosa nel regno del commercio al dettaglio. Questo include ambienti ed esperienze di vendita al dettaglio. Un’azienda che pianifica un nuovo concetto di vendita al dettaglio potrebbe usare l’analisi sensoriale per determinare come gli acquirenti reagiscono all’intensità e alla tonalità dell’illuminazione nel nuovo concetto di negozio o un’azienda di e-commerce potrebbe testare diversi materiali di imballaggio per determinare quale si sente meglio nelle mani dei consumatori.

Altri esempi di analisi sensoriale includono l’osservazione del suono delle patatine fritte che si muovono all’interno del loro sacchetto e i suoni che fa l’imballaggio quando viene aperto e un produttore di soda che confronta bottiglie di colori e forme diverse per capire quale combinazione si adatta meglio al sapore della soda.

Lo scopo dell’analisi sensoriale

L’analisi sensoriale misura più di come un prodotto appare, odora, si sente e ha un sapore. Una valutazione sensoriale cerca anche un feedback sulla consistenza di un prodotto, i suoni che emette e le altre sostanze e prodotti che ricorda agli utenti. Queste qualità sono spesso registrate su un grafico a ragno, un grafico che mostra come un prodotto ottiene un punteggio in più categorie. Le qualità specifiche che una valutazione sensoriale potrebbe misurare includono:

  • Sensazione in bocca
  • Acidità
  • Astringenza
  • Croccantezza
  • Masticabilità
  • Appiccicosità
  • Untuosità

Per esempio, un produttore di barrette di muesli vorrebbe sapere se le barrette sono croccanti al punto da far male alle mascelle dei consumatori o così appiccicose da lasciare un residuo scomodo sui denti dei consumatori. Con i dati raccolti da una valutazione sensoriale, il produttore può regolare le ricette dei prodotti come necessario per ottimizzarli per tutti i sensi.

La regolazione degli ingredienti non viene fatta solo per alterare i sapori dei prodotti. Può anche alterare le loro consistenze o fare in modo che diverse qualità sensoriali dei prodotti corrispondano meglio alle aspettative dei consumatori. Per esempio, un produttore di cosmetici potrebbe scegliere di rendere una lozione profumata alla fragola di un colore rosa più caldo perché così facendo comunicherebbe il suo profumo in modo più efficace. Anche se cambiare il colore di un prodotto non cambia effettivamente il suo profumo, cambia la percezione del prodotto, che alla fine determina ciò che i consumatori pensano del prodotto e se lo comprano.

Conduzione di una valutazione sensoriale

Tipicamente, una valutazione sensoriale viene condotta in un focus group. Questo significa che un gruppo di volontari simili al mercato dei consumatori a cui il prodotto sarà commercializzato ha l’opportunità di interagire con esso e discutere i loro pensieri in merito. Ci sono due tipi di valutazione sensoriale: test di preferenza e test di discriminazione.

I test di preferenza sono usati per determinare se ai consumatori piace o no un prodotto. Il test di discriminazione è usato per capire cosa piace e cosa non piace ai consumatori su prodotti specifici. Un esempio di test di prodotto è far mangiare ai consumatori un biscotto e discutere se il biscotto piace o no e perché. Il test di discriminazione sullo stesso biscotto sarebbe dare ai consumatori due versioni del biscotto, una croccante e una morbida, e determinare quale preferiscono i consumatori.

L’ambiente giusto per impegnarsi nella scienza sensoriale è quello in cui non ci sono odori o rumori ambientali concorrenti. Meno distratti sono i volontari, più accuratamente possono valutare il prodotto da testare. Allo stesso modo, il branding del prodotto dovrebbe essere ridotto al minimo o eliminato per il test, perché i loghi, le palette di colori del marchio e l’imballaggio possono influenzare la percezione dei prodotti da parte dei consumatori, e se non si sta testando l’input dei consumatori su questi fattori, possono essere fonte di distrazione.

  • DragonflySci: Cos’è la scienza sensoriale e del consumo?
  • Scienza dal vivo: I cinque (e più) sensi
  • Medallion Labs: Diversi tipi di valutazioni sensoriali descrittive

Lindsay Kramer è una scrittrice a tempo pieno dal 2014. In questo periodo, ha sperimentato gli alti, i bassi e le pazze torsioni che la vita tende a prendere quando si lancia, si costruisce e si conduce una piccola impresa. Come proprietaria di una piccola impresa, il suo aspetto preferito nello scrivere in questo campo è aiutare altri proprietari di piccole imprese e aspiranti imprenditori a diventare più fluenti nella terminologia e nei concetti che affrontano in questo ruolo. In precedenza, ha scritto sull’imprenditorialità per 99designs e ha trattato argomenti di diritto commerciale per studi legali.

Articolo precedente

Cos’è una connessione slip fit su un becco della vasca?

Articolo successivo

Come si posa un bordo del vialetto in mattoni?

You might be interested in …

Come si visualizza un JavaDoc?

Una delle fonti primarie di documentazione per il codice WPILibJ è la documentazione Javadoc generata da commenti appositamente formattati incorporati nel codice. Questo documento spiegherà cosa è contenuto in questi documenti, come accedervi e come […]

Cos’è un ambasciatore di classe?

L’anno scorso abbiamo visitato la Katherine Smith Elementary School, una scuola della New Tech Network nel distretto scolastico di Evergreen a East San Jose. Abbiamo dovuto limitare la nostra lista, ma abbiamo notato 18 cose […]

Quanto costava il Modello T?

Il Modello T, venduto dalla Ford Motor Company dal 1908 al 1927, è stato il primo tentativo di costruire un’auto che la maggior parte delle persone potesse effettivamente comprare. Le auto moderne furono costruite per […]