26 Settembre 2022
Expand search form

Perché il lavoro è stato messo alla prova nella Bibbia?

Perché le persone buone soffrono? È una punizione? Oppure, c’è qualcosa di terribilmente sbagliato in questa idea?

Un antico testo chiamato Il Libro di Giobbe ha un’opinione utile sulla tua sofferenza. Il suo messaggio è moderno, geniale e azzeccato.

La storia di Giobbe può aiutarti molto.

La sofferenza non è necessariamente una punizione: “Si ottiene ciò che si merita” è una credenza universale che resiste alla prova del tempo. Molti ritengono che coloro che subiscono traumi, prove e tribolazioni vengono puniti per qualche misfatto. È un’equazione di base – e un insegnamento potente.

Colpa = sofferenza. Ma Dio ha una posizione su questo?

La storia di un uomo buono chiamato Giobbe sfida il paradigma colpa/sofferenza illustrando che anche i più giusti soffrono. Se la sofferenza è una sorta di punizione, allora perché i giusti, che per definizione sono senza (molto) peccato, dovrebbero essere afflitti da traumi?

Il tema generale di Libro di Giobbe esamina l’ingiustizia della sofferenza traumatica e l’aridità delle spiegazioni semplicistiche.

In breve, pone due domande importanti:

  • Perché le cose brutte accadono alle persone buone?
  • Esiste una risposta religiosa alla sofferenza che non incolpi la vittima?

Il Libro di Giobbe: Quando veniamo introdotti per la prima volta a Giobbe, vediamo un uomo buono che è benedetto dalla prosperità. Sembra che Giobbe abbia tutto: è ricco, saggio e ha una grande famiglia.

Una brava persona è ferita: L’autore di Libro di Giobbe si apre con un espediente letterario. Presume una specie di relazione tra Dio e Satana.

Questo dialogo imposta il dramma della sofferenza immeritata. Questa è la nostra esperienza di trauma; e il soggetto di questo importante libro.

Quindi, Satana vuole (Dio) mettere alla prova la fede di Giobbe, perché secondo Satana, la pietà di Giobbe può essere attribuita solo al fatto che Giobbe è stato benedetto con la prosperità. Secondo Satana, Giobbe è un buon servitore di Dio perché la sua fede non è mai stata messa alla prova.

Ergo, Satana sfida Dio.

Satana dubita che la pietà di Giobbe possa resistere se Giobbe perde tutto. Alla fine, Dio concede a Satana il permesso di mettere alla prova la rettitudine di Giobbe.

E così, Giobbe sperimenta una serie di tragiche avversità. Giobbe è ora un uomo che soffre terribilmente per la capricciosità della vita. Perde la moglie, i figli amati e la fortuna. È anche afflitto da dolorose malattie della pelle. Dimostrando che Satana si sbaglia, Giobbe rifiuta di abbandonare la sua fede in Dio e non maledice mai una volta Dio.

Risposte banali alla più grande delle domande: Giobbe viene poi visitato dai suoi “amici” che tentano di “consolarlo” con logore spiegazioni teologiche per la sua sofferenza. Alle mie orecchie, suonano piuttosto dure. Tra le altre cose, dicono a Giobbe:

  • Devi aver fatto qualcosa di sbagliato (peccato) e meriti una punizione.
  • C’è un piano generale, solo che tu non lo sai. Smettila di lamentarti.
  • Sei solo arrabbiato con Dio perché hai perso tutto.
  • Più grande è la calamità, più grande è il peccato. Devi essere stato davvero cattivo.

(Se Giobbe fosse vivo oggi, i suoi “amici” potrebbero dire; i piccoli peccati sono davvero grandi peccati per un uomo giusto, o che Giobbe deve soffrire per essere purificato per il prossimo mondo. Anche queste sono argomentazioni dure).

Ma Giobbe li rifiuta tutti, non sapendo cosa possa aver fatto per giustificare una sofferenza così incredibile. È in disperazione. Ma Giobbe è anche determinato, mantenendo la convinzione della sua innocenza e della giustizia delle sue lamentele. Esige risposte da Dio stesso.

Giobbe vuole sapere perché le cose brutte accadono alle persone buone. Sa che non è giusto e non accetta le risposte saccenti dei suoi amici. Infatti, Giobbe trova i suoi amici oppressivi, se non offensivi.

Il lettore moderno si identifica con Giobbe. I suoi amici rappresentano molti degli argomenti che si trovano nella religione contemporanea. Semplicemente non reggono di fronte alla sofferenza reale.

Purtroppo, poco è cambiato.

La risposta di Dio – cosa ci insegna: Giobbe invoca Dio e l’Onnipotente in effetti risponde!

Dio scende dal cielo e rimprovera gli amici di Giobbe e respinge il sentimento di fondo delle loro consolazioni. Dio spiega a Giobbe che per noi semplici mortali a volte non ci sono parole – nessuna razionalizzazione – che possano dare un senso all’infelicità che sopportiamo.

Dio trova queste facili risposte ripugnanti.

La risposta di Dio serve come messaggio che Giobbe (come ogni altro essere umano) non può iniziare a capire il mistero della vita e della morte. Semplicemente non ci è permesso di capire il modo in cui il mondo (Dio) funziona. In questa vita, nessuno di noi saprà mai perché accadono cose terribili alle persone.

Eppure, qualcosa di importante è successo. Dio rispetta Giobbe.

Dio scende davvero e risponde a un uomo mortale. Giobbe conta agli occhi di Dio; e questo è molto. Giobbe si rende conto che anche se non capiamo le motivazioni di Dio per ciò che accade, non siamo soli.

Il trauma accade e dobbiamo accettarlo. Le spiegazioni possono farci sentire meglio, ma ingannano. In definitiva, Giobbe, come tutti noi, deve sopportare la sofferenza senza sapere perché . o se la domanda conta anche.

Una volta che Giobbe accetta questo, riesce in qualche modo a vivere con il suo trauma senza diventarne vittima.

Un finale da favola: Il Libro di Giobbe inizia con un espediente letterario inventando un dialogo tra Satana e Dio. Poi finisce con un altro espediente letterario, premiando Giobbe con la salute, una nuova moglie, dei figli, il doppio della ricchezza. Tra questi due finali da favola, abbiamo appena assistito ad un grande dramma sul significato della sofferenza. È un gigantesco pezzo di letteratura e un capolavoro spirituale.

Allora, qual è la morale della storia?

  • La vita non è una meritocrazia. Non sempre otteniamo quello che ci meritiamo. Soffrire a causa di esperienze traumatiche non è necessariamente un’indicazione di punizione per un peccato commesso. A volte succedono cose brutte a persone buone e immeritevoli.
  • Il libro di Giobbe chiede “perché le persone buone soffrono”, ma non risponde mai alla domanda. Quello che fa è correggere le idee sbagliate sul perché soffriamo. La verità di questo meraviglioso racconto è che l’uomo non può sapere tutto.
  • Gli esseri umani spesso vogliono risposte facili a domande difficili. Ma queste risposte possono essere più per farci sentire meglio che per aiutarci a capire il mondo in cui viviamo. Gli amici di Giobbe non avevano cattive intenzioni, ma lo hanno fuorviato. Essi rappresentano il comune pensiero religioso così come il bisogno universale di avere cose che abbiano un senso. Ci dà un’illusione di controllo.
  • Il trauma si presenta alle persone; lo fa e basta. Se ruminate sui vostri peccati, vi state impegnando nella mente della vittima. È una teologia difettosa e una cattiva terapia. La nostra misura non è in quello che ci succede, ma piuttosto in quello che facciamo con quello che ci succede.
  • Anche se la terapia non esisteva ai tempi di Giobbe, lui voleva parlare. I suoi amici servivano a chiarire i pensieri di Giobbe stesso. In una buona terapia del trauma, le persone imparano ad accettare l’ingiustizia delle loro difficoltà. Da questo luogo, si può costruire di nuovo.
  • Infine, come Giobbe, riconosci che hai ancora una vita da vivere. Non essere una vittima del tuo vittimismo. Possiedi tutta la tua storia, fondamenta difettose e tutto il resto. Non trarrai beneficio dalla pietà superficiale o dai sermoni. La vita a volte non ha senso. Potresti aver perso la tua innocenza, ma con la fortuna e il duro lavoro, potresti guadagnare un po’ di vera saggezza e forza di carattere.

Dio stesso potrebbe non scendere dal cielo per risponderti. Ma puoi scommettere che non sei il primo né l’ultimo ad avere a che fare con il tipo di trauma che hai dovuto subire. Fatti curare bene. E fai la migliore vita possibile.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Perché la fede di Giobbe fu messa alla prova?

Quindi, Satana vuole (Dio) mettere alla prova la fede di Giobbe, perché secondo Satana, la pietà di Giobbe può essere attribuita solo al fatto che Giobbe è stato benedetto con la prosperità. Secondo Satana, Giobbe è un buon servitore di Dio perché la sua fede non è mai stata messa alla prova. Ergo, Satana sfida Dio.Mar 22, 2013

Continua…

Cosa ci insegna la storia di Giobbe sulla sofferenza?

Dio è onnipotente, misericordioso e giusto, quindi il male e la sofferenza devono far parte del piano di Dio per l’umanità. … In tempi di sofferenza, gli ebrei possono rivolgersi al Libro di Giobbe dove Dio permette a Satana di mettere alla prova Giobbe. Satana suggerisce che Giobbe non adorerebbe Dio se Dio non lo proteggesse.

Continua…

Qual era il problema di Giobbe nella Bibbia?

Questa volta, Giobbe è afflitto da orribili piaghe della pelle. Sua moglie lo incoraggia a maledire Dio e ad arrendersi e morire, ma Giobbe rifiuta, lottando per accettare le sue circostanze. Tre amici di Giobbe, Eliphaz, Bildad e Zophar, vengono a fargli visita, sedendo con Giobbe in silenzio per sette giorni per rispetto del suo lutto.

Continua…

Qual è il messaggio principale del libro di Giobbe?

Il tema del libro è l’eterno problema della sofferenza immeritata, e prende il nome dal suo personaggio centrale, Giobbe, che cerca di capire le sofferenze che lo travolgono.7 giorni fa

Continua…

Quale fu la risposta di Dio alla risposta di Giobbe alla sua sofferenza?

Giobbe ha sfidato la giustizia di Dio, e Dio ha risposto che Giobbe non ha una conoscenza sufficiente del nostro complesso universo per fare una tale affermazione. Giobbe ha preteso una spiegazione completa da Dio, e ciò che Dio chiede a Giobbe è la fiducia nella sua saggezza e nel suo carattere. Così Giobbe risponde con umiltà e pentimento.

Continua…

Giobbe era una persona reale nella Bibbia?

Una netta maggioranza di rabbini ritiene che Giobbe sia effettivamente esistito come figura storicamente reale. Secondo un’opinione minoritaria, Giobbe non è mai esistito. In questa visione, Giobbe fu una creazione letteraria di un profeta che usò questa forma di scrittura per trasmettere un messaggio divino.

Continua…

Perché Giobbe è il libro più antico della Bibbia?

Si ritiene che gli eventi del Libro di Giobbe abbiano avuto luogo prima del tempo di Mosè, forse durante l’epoca dei Patriarchi della Bibbia. … Questo suggerisce che gli eventi di Giobbe hanno avuto luogo molto prima di quelli del resto della Bibbia. Giobbe usa parole arabe e descrive costumi, opinioni e maniere arabe.

Continua…

Cosa disse il diavolo a Dio riguardo a Giobbe?

“Sia benedetto il nome del Signore”. Satana torna da Dio e si lamenta che finché Giobbe rimane fisicamente illeso la prova non è valida: “Ma ora metti fuori la mano e tocca le sue ossa e la sua carne, ed egli ti maledirà in faccia”. Dio dà il permesso a Satana, e presto Giobbe è coperto di pustole dalla testa ai …16 dicembre 2013

Continua…

Perché Giobbe è rimasto fedele a Dio?

Giobbe e il problema della sofferenza Come i suoi amici, credeva che le persone buone dovessero godere di una buona vita. Quando cominciavano ad accadere cose brutte, cercava come causa un peccato dimenticato. Come noi, Giobbe non riusciva a capire perché la sofferenza accadesse a persone che non la meritavano. La sua reazione stabilì un modello che seguiamo ancora oggi.Jun 25, 2019

Continua…

Qual è la lezione nel libro di Giobbe?

Che Dio non ti ascolta quando ti lamenti. Che per “andare avanti”, per farti rispondere da Dio, devi accogliere tutto con un sorriso. Giobbe mette fine a questo mostruoso congedo dalla sofferenza intensa. Le sue parole, come torrenti di dolore che ti fanno scappare da lui, mettono a tacere l’idea che lamentarsi non serve a niente. 30 settembre 2020

Continua…

Cosa ha fatto Giobbe nella Bibbia?

Giobbe è presentato come un buon e prospero padre di famiglia che viene improvvisamente assalito da orribili disastri che gli portano via tutto ciò che ha di più caro – uno scenario inteso a mettere alla prova la fede di Giobbe in Dio….Job (figura biblica)GiobbeAttributiSpesso raffigurato come un uomo messo alla prova da DioPatronatoDesperati che soffrono di depressione lebbrosiOpere principaliLibro di Giobbe5 altre righe

Continua…

Perché Giobbe si è pentito?

Il suo pentimento è per il presupposto di aver compreso appieno come Dio deve agire e rispondere nel caso della sua sofferenza. La grande ironia di Giobbe è che non sente mai una risposta alla domanda che lo ha spinto a cercare Dio – una parola di rivendicazione della sua giustizia nella sua circostanza.

Continua…

Come ha fatto Giobbe a rimanere fedele a Dio?

Giobbe, rimanendo in silenzio davanti a Dio, sottolinea il fatto che capisce che la sua afflizione è la volontà di Dio, anche se si dispera di non sapere perché. Giobbe appare fedele senza una conoscenza diretta di Dio e senza richieste di attenzioni speciali da parte di Dio, anche per una causa che tutti gli altri dichiarerebbero giusta.Jul 30, 2020

Continua…

Perché Giobbe è il libro più antico della Bibbia?

Si ritiene che gli eventi del Libro di Giobbe si siano svolti prima dell’epoca di Mosè, forse durante l’epoca dei Patriarchi della Bibbia. … Questo suggerisce che gli eventi di Giobbe hanno avuto luogo molto prima di quelli del resto della Bibbia. Giobbe usa parole arabe e descrive costumi, opinioni e maniere arabe.

Continua…

Chi ha veramente scritto il Libro di Giobbe?

Il Libro di Giobbe è uno dei primi documenti della storia a concentrarsi esclusivamente su come un Dio giusto possa permettere la sofferenza degli innocenti. Alcuni studiosi sostengono che potrebbe essere stato scritto nel V secolo a.C.; e alcuni punti di vista tradizionali ebraici sostengono addirittura che Mosè sia stato l’autore della storia.Jun 28, 2010

Continua…

Articolo precedente

Quanto costa il granchio reale?

Articolo successivo

Come si organizza un bagno piccolo?

You might be interested in …

Perché la spazzola non gira sul mio Dyson dc25?

Se il motore del tuo aspirapolvere funziona bene, ma la spazzola dell’agitatore non gira come dovrebbe, potresti avere una cinghia di trasmissione difettosa. Sostituire una cinghia di trasmissione è un compito abbastanza semplice, quindi se […]

Cos’è il bianco Filldown?

Avete familiarità con la scorciatoia del doppio clic per riempire le formule? Se sì, avete notato che si ferma alla prima riga vuota? Questo post parlerà della scorciatoia del doppio clic e di una semplice […]