29 Giugno 2022
Expand search form

L’NFC richiede il WiFi?

L’NFC è una tecnologia wireless mainstream, grazie alla crescita dei sistemi di pagamento online come Samsung Pay e Google Pay. Soprattutto quando si tratta di dispositivi di fascia alta e anche di molti dispositivi di fascia media. Probabilmente hai già sentito il termine, ma cos’è esattamente l’NFC? In questo pezzo spieghiamo cos’è, come funziona e per cosa può essere usato.

NFC sta per “Near Field Communication” e, come il nome implica, permette la comunicazione a corto raggio tra dispositivi compatibili. Questo richiede almeno un dispositivo che trasmette e un altro che riceve il segnale. Una serie di dispositivi possono utilizzare lo standard NFC e saranno considerati passivi o attivi.

I dispositivi NFC passivi includono tag e altri piccoli trasmettitori che possono inviare informazioni ad altri dispositivi NFC senza bisogno di una fonte di alimentazione propria. Tuttavia, non elaborano alcuna informazione inviata da altre fonti, e non possono connettersi ad altri componenti passivi. Questi spesso prendono la forma di cartelli interattivi sui muri o pubblicità.

I dispositivi attivi sono in grado di inviare e ricevere dati, e possono comunicare tra loro e con i dispositivi passivi. Gli smartphone sono di gran lunga la forma più comune di dispositivo NFC attivo. Anche i lettori di carte dei trasporti pubblici e i terminali di pagamento touch sono buoni esempi di questa tecnologia.

Come funziona l’NFC?

Ora che sappiamo cos’è l’NFC, come funziona? Proprio come il Bluetooth e il Wi-Fi, e tutti i tipi di altri segnali wireless, l’NFC funziona sul principio dell’invio di informazioni su onde radio. La Near Field Communication è un altro standard per le transizioni di dati senza fili. Ciò significa che i dispositivi devono aderire a certe specifiche per poter comunicare correttamente tra loro. La tecnologia usata nell’NFC si basa su vecchie idee RFID (Radio-frequency identification), che usavano l’induzione elettromagnetica per trasmettere informazioni.

Questo segna l’unica grande differenza tra NFC e Bluetooth/WiFi. Il primo può essere usato per indurre correnti elettriche all’interno di componenti passivi, oltre che per inviare dati. Questo significa che i dispositivi passivi non richiedono una propria alimentazione. Possono invece essere alimentati dal campo elettromagnetico prodotto da un componente attivo NFC quando entra nel raggio d’azione. Purtroppo, la tecnologia NFC non comanda abbastanza induttanza per caricare i nostri smartphone, ma la ricarica wireless QI si basa sullo stesso principio.

campi magnetici

La frequenza di trasmissione dei dati attraverso l’NFC è di 13,56 megahertz. Si possono inviare dati a 106, 212 o 424 kilobit al secondo. Questo è abbastanza veloce per una serie di trasferimenti di dati – dai dettagli di contatto allo scambio di immagini e musica.

Per determinare che tipo di informazioni saranno scambiate tra i dispositivi, lo standard NFC ha attualmente tre distinte modalità di funzionamento. Forse l’uso più comune negli smartphone è la modalità peer-to-peer. Questo permette a due dispositivi abilitati NFC di scambiare varie informazioni tra di loro. In questa modalità, entrambi i dispositivi passano da attivi quando inviano dati a passivi quando li ricevono.

La modalità lettura/scrittura, invece, è una trasmissione di dati a senso unico. Il dispositivo attivo, probabilmente il tuo smartphone, si collega con un altro dispositivo per leggere informazioni da esso. I tag pubblicitari NFC utilizzano questa modalità.

L’ultima modalità di funzionamento è l’emulazione della carta. Il dispositivo NFC può funzionare come una carta di credito intelligente o senza contatto ed effettuare pagamenti o accedere ai sistemi di trasporto pubblico.

Confronti con il Bluetooth

Quindi, come si confronta l’NFC con altre tecnologie wireless? Si potrebbe pensare che l’NFC sia un po’ inutile, considerando che il Bluetooth è stato più ampiamente disponibile per molti anni. Tuttavia, ci sono diverse differenze tecniche importanti tra i due che danno all’NFC alcuni vantaggi significativi in determinate circostanze. L’argomento principale a favore di NFC è che richiede un consumo di energia molto inferiore a quello di Bluetooth. Questo rende l’NFC perfetto per i dispositivi passivi, come i tag pubblicitari menzionati prima, poiché possono funzionare senza una grande fonte di energia.

Tuttavia, questo risparmio energetico ha alcuni svantaggi importanti. In particolare, la gamma di trasmissione è molto più breve del Bluetooth. Mentre NFC ha una portata di circa 10 cm, pochi centimetri, le connessioni Bluetooth possono trasmettere dati fino a 10 metri o più dalla fonte. Un altro svantaggio è che NFC è un po’ più lento di Bluetooth. Trasmette dati a una velocità massima di soli 424 kbit/s, rispetto ai 2,1 Mbit/s del Bluetooth 2.1 o a circa 1 Mbit/s del Bluetooth Low Energy.

Ma l’NFC ha un grande vantaggio: una connettività più veloce. Grazie all’uso dell’accoppiamento induttivo e all’assenza di accoppiamento manuale, ci vuole meno di un decimo di secondo per stabilire una connessione tra due dispositivi. Mentre il moderno Bluetooth si connette abbastanza velocemente, l’NFC è ancora super utile per certi scenari. Vale a dire i pagamenti mobili.

Samsung Pay, Android Pay e anche Apple Pay usano la tecnologia NFC – anche se Samsung Pay funziona un po’ diversamente dagli altri. Mentre il Bluetooth funziona meglio per collegare i dispositivi tra loro per il trasferimento di file, la condivisione delle connessioni agli altoparlanti, e altro ancora, prevediamo che l’NFC avrà sempre un posto in questo mondo grazie ai pagamenti mobili – una tecnologia in rapida espansione.

Ora che abbiamo risposto alla domanda “Che cos’è l’NFC?”, vogliamo sentire da te tutte le altre domande che potresti avere su questa tecnologia wireless. Facci sapere le tue domande nei commenti!

Potresti anche essere interessato agli argomenti

I tag NFC hanno bisogno del wifi?

Abbreviazione di Near-Field Communication, è essenzialmente un metodo di trasferimento dati wireless che rileva i dispositivi in prossimità, e poi permette loro di comunicare senza la necessità di una connessione internet o Bluetooth. Come se non bastasse, i tag NFC non hanno bisogno di batterie per funzionare.Mar 17, 2018

Continua…

L’NFC può connettersi al WIFI?

Un sacco di trucchi NFC richiedono un’app separata, ma se vuoi scrivere dati Wi-Fi, la funzionalità è integrata proprio in Android.Nov 1, 2016

Continua…

L’NFC richiede il servizio cellulare?

I chip NFC. I tag passivi non richiedono energia e possono essere programmati con app come Tasker per eseguire determinati compiti quando vengono scansionati. … I dispositivi NFC attivi, come gli smartphone, possono inviare e ricevere dati e comunicare sia con dispositivi attivi che passivi.Sep 10, 2021

Continua…

Bluetooth e NFC sono la stessa cosa?

L’NFC è meglio utilizzato su brevi distanze per inviare in modo sicuro piccole quantità di dati, quindi è comunemente usato per il controllo dell’accesso e i pagamenti. D’altra parte, il Bluetooth, pur non essendo così sicuro, apre una gamma di connessioni più ampia ed è più spesso utilizzato su dispositivi wireless come cuffie e altoparlanti audio.Mar 29, 2021

Continua…

Posso pagare NFC senza internet?

Se sei senza internet e hai bisogno di usare Android Pay, l’app attingerà a un numero limitato di token memorizzati sul dispositivo. … Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata per correggere una precedente affermazione che una connessione Internet era necessaria per i pagamenti.3 giugno 2015

Continua…

Cos’è WiFi NFC?

La Near Field Communication (NFC) è una tecnologia di connettività wireless a corto raggio (pochi centimetri) basata su standard che consente interazioni bidirezionali semplici e sicure tra dispositivi elettronici, permettendo ai consumatori di eseguire transazioni senza contatto, accedere a contenuti digitali e collegare dispositivi elettronici con un unico …Sep 25, 2019

Continua…

Qual è più veloce NFC o WIFI?

Ma l’NFC ha un grande vantaggio: una connettività più veloce. Grazie all’uso dell’accoppiamento induttivo, e all’assenza di accoppiamento manuale, ci vuole meno di un decimo di secondo per stabilire una connessione tra due dispositivi.

Continua…

Cosa fa l’NFC sul mio telefono?

La Near Field Communication (NFC) permette il trasferimento di dati tra dispositivi che si trovano a pochi centimetri di distanza, in genere schiena contro schiena. Guarda questo video NFC per maggiori informazioni. L’NFC deve essere attivato affinché le applicazioni basate su NFC (ad esempio, Android Beam) funzionino correttamente.

Continua…

Come ci si connette al WIFI usando NFC?

Condivisione password WiFi Tag NFC e telefono Android – YouTube | Tempo – 0:21 [Inglese]

Continua…

L’iPhone può connettersi al WIFI con NFC?

Sì, è possibile connettersi al WIFI tramite codice QR. Per quanto riguarda l’NFC sono permessi solo gli URL.Feb 24, 2021

Continua…

Cos’è il WiFi NFC abilitato?

La Near Field Communication (NFC) è una tecnologia che permette la comunicazione senza contatto tra dispositivi dotati di questa tecnologia. Non appena si attiva il Wi-Fi nella fotocamera, è possibile condividere facilmente le immagini sui siti di social media. …21 dicembre 2016

Continua…

Google Pay senza NFC?

Per effettuare pagamenti senza contatto con Google Pay, il tuo telefono deve funzionare con la comunicazione di campo vicino (NFC). Se hai impostato Google Pay e aggiunto una carta, ma hai problemi quando paghi nei negozi, controlla questi passaggi.

Continua…

Quanto è importante l’NFC in un telefono?

La tecnologia Near Field Communication (NFC) permette agli utenti di effettuare transazioni sicure, scambiare contenuti digitali e collegare dispositivi elettronici con un tocco. … NFC può anche essere utilizzato per connettersi rapidamente con dispositivi wireless e trasferire dati con Android Beam.

Continua…

NFC è uguale a WIFI Direct?

Un nuovo semplice metodo di connessione diretta Wi-Fi utilizzando NFC su telecomando e DTV. … fornire la comunicazione Wi-Fi, compresa la comunicazione Wi-Fi Direct (Peer-to-Peer). Per una semplice e facile gestione della connessione tra uno smartphone e il DTV, è stata recentemente introdotta la Near Field Communication (NFC).

Continua…

In che modo il Wi-Fi è diverso dall’NFC?

La maggior parte degli smartphone al giorno d’oggi sono dotati della tecnologia Near Field Communication, meglio conosciuta come NFC. In poche parole, è uno standard di comunicazione wireless basato sulla prossimità. A differenza del Wi-Fi o del Bluetooth, però, l’interazione NFC è limitata a un raggio estremamente breve.Nov 5, 2021

Continua…

Articolo precedente

Come faccio a notificare all’IRS il cambio di indirizzo?

Articolo successivo

Dornase Alfa ha effetti negativi?

You might be interested in …

Come funziona il congedo terminale USMC?

Come funziona il congedo terminale USMC? Una volta completati tutti i briefing richiesti, il marine deve tornare con le richieste di congedo terminale completate e approvate dalla catena di comando/autorità di approvazione del congedo normale […]