29 Giugno 2022
Expand search form

Le clausole sui diritti di gestione sono necessarie in un contratto collettivo spiegano?

Logo Vinson & Elkins LLP

Una delle maggiori lamentele che si sentono dai datori di lavoro con forza lavoro sindacalizzata è che è così difficile implementare piccoli cambiamenti di politica durante la durata di un contratto negoziato collettivamente. Per esempio, il datore di lavoro potrebbe voler implementare una nuova politica di sicurezza per affrontare un recente aumento degli infortuni sul lavoro che avrebbero potuto essere evitati se i dipendenti avessero indossato i DPI (dispositivi di protezione individuale) richiesti. Il datore di lavoro aggiunge una nuova disposizione alla regola dei DPI che richiede ai dipendenti sorpresi senza i loro DPI di sottoporsi a un programma di riqualificazione obbligatorio in prima istanza e di essere soggetti a disciplina, fino al licenziamento, per qualsiasi violazione successiva.

Per quei lettori che lavorano in posti di lavoro non sindacali, potreste essere sorpresi di apprendere che ai datori di lavoro è stato generalmente proibito di implementare unilateralmente tali cambiamenti di buon senso, a meno che non riescano a ottenere l’accordo del sindacato. E mentre si potrebbe pensare che un sindacato sarebbe felicemente d’accordo con una regola che ha lo scopo di proteggere i suoi membri, la maggior parte dei sindacati resisterà a tali regole a meno che non possano ottenere qualcosa in cambio. Potreste anche essere sorpresi che il linguaggio nella clausola dei diritti di gestione del contratto collettivo di lavoro che dice che il datore di lavoro può implementare regole ragionevoli permetterebbe al datore di lavoro di farlo. Tuttavia, negli ultimi 12 anni, vi sareste sbagliati.

Fino a ieri, anche i datori di lavoro che hanno ampie clausole sui diritti di gestione che permettono al datore di lavoro di “mantenere i diritti unici ed esclusivi di gestire, dirigere i suoi dipendenti, valutare le prestazioni, disciplinare e licenziare i dipendenti, adottare e applicare norme e regolamenti e politiche …. I datori di lavoro che hanno un’ampia clausola sui diritti di gestione che consente al datore di lavoro di “mantenere i diritti esclusivi di gestire e dirigere i dipendenti, di disciplinare e licenziare i dipendenti, di adottare e applicare norme, regolamenti e politiche” avrebbero potuto avere difficoltà ad attuare la regola di sicurezza sopra descritta senza il consenso del sindacato, a meno che non potessero soddisfare il cosiddetto standard di “rinuncia chiara e inequivocabile”, secondo il quale le parti devono “esprimere in modo inequivocabile e specifico la loro reciproca intenzione di consentire un’azione unilaterale rispetto a un particolare termine di lavoro, nonostante il dovere legale di contrattazione che sarebbe altrimenti applicabile”.

Ieri, il NLRB ha abbandonato quello standard e ha adottato invece uno standard di “copertura contrattuale”, che permetterà ai datori di lavoro il diritto di intraprendere determinate azioni unilateralmente senza ulteriore contrattazione con il sindacato durante la durata del CBA, se questi diritti sembrano essere concessi dalla clausola dei diritti di gestione del CBA o altrove nel CBA.

Vale la pena notare che la clausola dei diritti di gestione in questo caso particolare conteneva una lista abbastanza lunga degli argomenti che rientravano nella portata della clausola dei diritti di gestione e il Consiglio ha trovato che 9 dei 10 cambiamenti che erano in questione rientravano in quella portata. L’unico membro dissenziente, tuttavia, ha suggerito che una clausola dei diritti di gestione che è “sufficientemente generale” potrebbe permettere ad un datore di lavoro di agire unilateralmente rispetto a qualsiasi “termine specifico” o condizione di impiego. Questo sarà probabilmente un problema per un caso futuro, che renderà la negoziazione e la redazione della clausola dei diritti di gestione molto importante.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Le clausole sui diritti di gestione sono necessarie in un contratto collettivo in Canada?

I diritti di gestione devono essere esercitati in modo ragionevole e coerente con il contratto collettivo. … In questo caso, il contratto collettivo richiedeva che il datore di lavoro agisse in modo ragionevole, equo e in buona fede. Qualsiasi regola sul posto di lavoro imposta dal datore di lavoro doveva rispettare queste limitazioni.Nov 8, 2017

Continua…

Cos’è una clausola sui diritti di gestione nella contrattazione collettiva?

Riassunto. La clausola sui diritti di gestione (contratto collettivo di lavoro) è generalmente utilizzata dai datori di lavoro nei loro contratti collettivi di lavoro per confermare o stabilire la discrezionalità e l’autonomia per gestire le loro operazioni. Una clausola sui diritti di gestione è un argomento di contrattazione obbligatorio.

Continua…

Cos’è la clausola dei diritti di gestione?

Una clausola standard da inserire in un contratto collettivo di lavoro (CBA) per definire i diritti riservati al datore di lavoro, salvo che non siano limitati da altri termini del CBA. … Questa clausola standard ha delle note di redazione integrate con importanti spiegazioni e consigli per la negoziazione.

Continua…

Cosa dovrebbe essere incluso in un contratto collettivo di lavoro?

Un CBA stabilisce i termini e le condizioni di impiego, quali:Salari.Orari e condizioni di lavoro.Benefici per i dipendenti.Procedure di reclamo e di arbitrato.Limitazioni agli scioperi.Diritti e responsabilità del sindacato.Diritti e responsabilità della direzione.

Continua…

Quali sono i diritti di gestione in materia di lavoro?

I diritti di gestione sono i diritti di un datore di lavoro di gestire i suoi affari senza interferenze. Il diritto di assumere. Il diritto alla disciplina. Il diritto di licenziare.

Continua…

Quali sono i diritti di gestione in un ambiente sindacale?

La gestione inizia essenzialmente con il diritto di gestire unilateralmente senza l’input dei dipendenti. Con l’eccezione delle varie leggi che regolano l’occupazione, la negoziazione delle disposizioni del contratto collettivo diventano le uniche restrizioni alla gestione in una gestione sindacale.Mar 5, 2018

Continua…

Il contratto collettivo è vincolante?

Non è giuridicamente vincolante tra le parti se non è scritto e dichiarato tale, anche se può avere conseguenze vincolanti tra un lavoratore e un datore di lavoro se è incorporato nel contratto del lavoratore. Molte delle conseguenze legali dipendono dal fatto che il contratto collettivo sia scritto.

Continua…

Quali sono le tre clausole obbligatorie che devono essere incluse nella contrattazione collettiva?

Ci sono tre categorie di materie che sono stabilite dal National Labor Relations Act. Esse sono: obbligatorie; permissive o volontarie; e, soggetti illegali. Le materie obbligatorie sono quelle che hanno un impatto diretto – salari, orari o condizioni di lavoro (o termini e condizioni di impiego).

Continua…

Cos’è la clausola di gestione?

Quando si redige un contratto collettivo di lavoro, i datori di lavoro spesso insistono su una clausola sui diritti di gestione. Tale clausola riserva al datore di lavoro il diritto di intraprendere azioni unilaterali, rispetto a determinati termini e condizioni di lavoro, senza l’obbligo di contrattare con il sindacato su tale azione.Jul 28, 2016

Continua…

Cosa includono i diritti di gestione?

I diritti di gestione includono tradizionalmente: La proprietà di beni immobili in un regime di titolo comunitario (che di solito include un ufficio o il diritto di utilizzare un ufficio); Un contratto per la custodia dei beni comuni in un corpo societario ; e. Un’autorizzazione ad affittare i lotti nello schema.

Continua…

Come si possono limitare i diritti di gestione?

Questo diritto è limitato solo da una serie di test che includono avere una ragione commerciale per la regola, assicurarsi che la regola non sia in conflitto con qualsiasi disposizione concordata del contratto collettivo e stabilire regole che siano le meno onerose per i dipendenti.Feb 1, 2018

Continua…

Qual è lo scopo di un contratto collettivo?

I contratti collettivi prevedono determinati termini e condizioni di lavoro per un gruppo di dipendenti, chiamato “unità di contrattazione”, che sono rappresentati da un sindacato. Il contratto collettivo stabilisce i diritti sul posto di lavoro sia dei dipendenti che del sindacato.

Continua…

Cosa sono i termini obbligatori in un contratto collettivo?

I tipi di termini e condizioni coperti da un contratto collettivo includono tipicamente salari e benefici, così come i termini e le condizioni di impiego che riguardano ad esempio, i posti di lavoro, gli obblighi e le responsabilità del datore di lavoro, il dipendente e il sindacato, e un processo di risoluzione delle controversie (di solito un reclamo …

Continua…

Perché il contratto collettivo è necessario dopo la contrattazione collettiva?

La contrattazione collettiva migliora il clima delle relazioni di lavoro fornendo un modo istituzionalizzato e concordato di gestire il conflitto. … La contrattazione collettiva permette alle parti di adattare un accordo collettivo che regola il rapporto di lavoro alla loro particolare industria o impresa.

Continua…

Quali sono i diritti dei dirigenti in un’azienda?

I diritti di gestione sono un’attività che dà il diritto esclusivo a un individuo o a una società di svolgere il ruolo di custode e anche di gestire un’attività di locazione (di unità all’interno del complesso) per conto dei proprietari dei lotti all’interno di uno schema.

Continua…

Articolo precedente

Come si fa a mescolare e abbinare un divano?

Articolo successivo

Qual è l’estensione del nome del file di un foglio di stile esterno?

You might be interested in …

Cos’è il root killer schiumoso?

SENZA PROBLEMI Restituisce VELOCE GRATIS Spedizione Chiamaci: 1-888-565-7069 alt=”Spedizione veloce gratuita” /> alt=”Spedizione veloce gratuita” />SENZA PROBLEMI Restituisce Prezzo regolare $29.99 Prezzo di vendita $0.00 I problemi idraulici sono una vera seccatura. E spesso, per […]