20 Gennaio 2022
Expand search form

Il 17° emendamento è formale?

Diciassettesimo Emendamento

Gli elettori hanno scelto i senatori degli Stati Uniti nella privacy della cabina elettorale dal 1913. Questo sistema di “elezione diretta” non era però quello che avevano in mente i frammentatori della Costituzione degli Stati Uniti quando si riunirono alla Convenzione Costituzionale nel 1787. L’articolo I, sezione 3 della Costituzione degli Stati Uniti, così come scritto dai framers, prevedeva l’elezione dei senatori da parte delle legislature statali.

Già nel 1826, risoluzioni che chiedevano l’elezione popolare diretta dei senatori apparvero nella Camera dei Rappresentanti, ma nessuna ebbe successo. Nel 1866 il Congresso approvò una legge per regolare il tempo e la procedura per l’elezione dei senatori, in risposta alle controverse elezioni in Indiana e New Jersey, ma lasciò intatta l’elezione da parte delle legislature statali.

Dopo la Guerra Civile, le dispute tra i legislatori statali sulle elezioni del Senato portarono a numerosi blocchi, lasciando alcuni seggi del Senato vacanti per lunghi periodi di tempo. La legislatura del Delaware raggiunse una situazione di stallo nel 1895, prendendo 217 voti per un periodo di 114 giorni. Il Delaware rimase senza rappresentanza al Senato degli Stati Uniti per due anni. Alla luce di tali problemi, i riformatori di molti stati iniziarono a chiedere un cambiamento nel sistema di elezione dei senatori. In Oregon, per esempio, una serie di misure furono promulgate all’inizio del XX secolo permettendo agli elettori di esprimere la loro scelta come senatore. Altri stati seguirono questo “piano Oregon” e istituirono la loro versione di riforma elettorale.

Un punto di svolta arrivò nel 1906, quando l’editore William Randolph Hearst, un sostenitore dell’elezione diretta, assunse lo scrittore David Graham Phillips per scrivere una serie di articoli sull’argomento. Pubblicata sulla rivista Cosmopolitan nel 1906, la serie di Phillips, “Il tradimento del Senato”, offriva un resoconto poco simpatico (e ampiamente romanzato) dei senatori come pedine di industriali e finanzieri. Gli articoli galvanizzarono ulteriormente il supporto pubblico per la riforma.

Nel 1911 il senatore Joseph Bristow del Kansas offrì una risoluzione del Senato per emendare la Costituzione, e presto altri senatori chiesero una riforma. Il senatore William Borah dell’Idaho, egli stesso un prodotto di un sistema statale di elezione diretta, sostenne fortemente la misura. Infatti, entro il 1912, ben 29 stati eleggevano i senatori degli Stati Uniti o come candidati alle primarie del loro partito o in un’elezione generale. Questi senatori eletti popolarmente divennero espliciti sostenitori di un processo di elezione diretta.

Dopo l’approvazione dell’emendamento da parte del Senato il 12 giugno 1911, la risoluzione di Bristow passò alla Camera dei Rappresentanti, che la approvò, e poi agli Stati per la ratifica. L’approvazione del Connecticut, l’8 aprile 1913, diede al diciassettesimo emendamento la maggioranza di tre quarti necessaria per la ratifica. Augustus Bacon della Georgia fu il primo senatore eletto direttamente secondo i termini del diciassettesimo emendamento, il 15 luglio 1913. L’anno successivo segnò la prima volta che tutte le elezioni senatoriali si tennero con voto popolare.

Il diciassettesimo emendamento riprende il primo paragrafo dell’articolo I, sezione 3 della Costituzione e prevede l’elezione dei senatori sostituendo la frase “scelto dalla sua legislatura” con “eletto dal suo popolo”. Inoltre, permette al governatore o all’autorità esecutiva di ogni stato, se autorizzato dalla legislatura di quello stato, di nominare un senatore in caso di posto vacante, fino a quando non si verifica un’elezione generale.

Per ulteriori letture:

Robert C. Byrd, The Senate, 1789-1989, Volume 1 (Washington, D.C.: GPO, 1988).

George H. Haynes, “Elezione dei senatori da parte delle legislature statali”, cap. 3 in The Senate of the United States, Volume I (Boston: Houghton Mifflin Company, 1938).

C. H. Hoebeke, The Road to Mass Democracy: Original Intent and the Seventeenth Amendment (New Brunswick, NJ: Transaction Publishers, 1995).

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Il 17° emendamento era formale o informale?

Infine, nel 1919, l’emendamento proposto fu approvato da una maggioranza di due terzi sia alla Camera che al Senato. Così divenne una proposta formale di modifica della Costituzione e fu inviata agli stati il 4 giugno 1919.

Continua…

Il 17° emendamento è progressista?

Adottato nell’era progressista della riforma politica democratica, l’emendamento rifletteva l’insoddisfazione popolare per la corruzione e l’inefficienza che era arrivata a caratterizzare l’elezione legislativa dei senatori degli Stati Uniti in molti stati. …5 novembre 2021

Continua…

Come fu strutturato il 17° emendamento?

Approvato dal Congresso il 13 maggio 1912 e ratificato l’8 aprile 1913, il 17° emendamento modificò l’articolo I, sezione 3, della Costituzione permettendo agli elettori di esprimere un voto diretto per i senatori degli Stati Uniti. Prima del suo passaggio, i senatori erano scelti dalle legislature statali. … Ogni legislatura statale avrebbe eletto due senatori per un mandato di 6 anni.

Continua…

Il 17° emendamento è costituzionale?

L’unico emendamento costituzionale a farlo in modo sostanziale è il diciassettesimo emendamento, che ha tolto alle legislature statali il potere di scegliere i senatori degli Stati Uniti e ha dato questo potere direttamente agli elettori di ogni stato.

Continua…

Cos’è il diciassettesimo emendamento?

Il diciassettesimo emendamento riprende il primo paragrafo dell’articolo I, sezione 3 della Costituzione e prevede l’elezione dei senatori sostituendo la frase “scelti dalla sua legislatura” con “eletti dal suo popolo”. Inoltre, permette al governatore o all’autorità esecutiva di ogni Stato, se …

Continua…

Perché il 17° emendamento fu importante nell’Era Progressiva?

L’Era Progressiva (1900-1920) fu un periodo di riforme politiche, economiche e sociali negli Stati Uniti. … Il 17° emendamento aiutò ad eliminare la corruzione e a ridurre l’influenza delle macchine politiche, permettendo agli americani di eleggere direttamente i senatori degli Stati Uniti.

Continua…

Cos’è l’emendamento informale?

Introduzione. La Costituzione degli Stati Uniti può essere cambiata informalmente. Emendamenti informali significano che la Costituzione non elenca specificamente questi processi come forme di modifica della Costituzione, ma a causa del cambiamento della società o della revisione giudiziaria ha cambiato lo stato di diritto de facto.

Continua…

Cosa sono gli emendamenti formali e informali?

L’emendamento costituzionale formale ha luogo con l’introduzione di modifiche scritte nel testo della costituzione stessa. L’emendamento costituzionale informale è anche un cambiamento deliberato, non al testo scritto, ma all’interpretazione o all’applicazione della costituzione scritta nella pratica.Dic 18, 2020

Continua…

Come si chiama il diciassettesimo emendamento?

Il diciassettesimo emendamento (emendamento XVII) alla Costituzione degli Stati Uniti ha stabilito l’elezione diretta dei senatori degli Stati Uniti in ogni stato. L’emendamento sostituisce l’articolo I, §3, clausole 1 e 2 della Costituzione, in base al quale i senatori erano eletti dalle legislature statali.

Continua…

Perché il 17° emendamento è così importante?

Il diciassettesimo emendamento riprende il primo paragrafo dell’articolo I, sezione 3 della Costituzione e prevede l’elezione dei senatori sostituendo la frase “scelti dalla loro legislatura” con “eletti dal loro popolo”. Inoltre, permette al governatore o all’autorità esecutiva di ogni Stato, se …

Continua…

Quale fu l’effetto del 17° emendamento?

Effetto. La cosa più importante è che il diciassettesimo emendamento rimosse la rappresentanza del governo statale dal braccio legislativo del governo federale. Originariamente, il popolo stesso non eleggeva i senatori; invece, gli stati nominavano i senatori.

Continua…

Come differiscono gli emendamenti formali e informali?

Ogni ramo del governo ha sviluppato tradizioni che non rientrano nelle disposizioni della Costituzione. … Gli emendamenti informali, a differenza degli emendamenti formali che cambiano la parola scritta della Costituzione, sono cambiamenti che non riguardano il documento scritto.

Continua…

Che cosa è il 17 ° emendamento quizlet?

17° Emendamento. Approvato nel 1913, questo emendamento alla Costituzione richiede l’elezione diretta dei senatori da parte degli elettori invece della loro elezione da parte delle legislature statali.

Continua…

Qual è il 17° emendamento parola per parola?

Diciassettesimo Emendamento. Il diciassettesimo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti recita: Il Senato degli Stati Uniti sarà composto da due senatori per ogni Stato, eletti dal popolo per sei anni; e ogni senatore avrà un voto.

Continua…

Che cosa ha fatto il 17° emendamento?

Il diciassettesimo emendamento riprende il primo paragrafo dell’articolo I, sezione 3 della Costituzione e prevede l’elezione dei senatori sostituendo la frase “scelti dalla sua legislatura” con “eletti dal suo popolo”. Inoltre, permette al governatore o all’autorità esecutiva di ogni Stato, se …

Continua…

Articolo precedente

Qual è la dimensione massima di ArrayList in Java?

Articolo successivo

Quando si è sposata Sara Blakely?

You might be interested in …

Cosa significa eseguire una linea rossa?

Quando tracci le modifiche in un documento Microsoft Word, una linea rossa apparirà sotto il testo che hai modificato. Questo si chiama redlining. Il redlining rende facile per un altro lettore notare quali parti del […]

Perché abbiamo sete di acqua?

La sete è il modo in cui il tuo corpo ti dice che sta finendo l’acqua, di cui ha bisogno per funzionare bene. È normale avere sete quando fa caldo o dopo un allenamento intenso. […]