20 Maggio 2022
Expand search form

Dove si trova l’Editto di Nantes?

Firmato il 13 aprile 1598, l’Editto di Nantes concedeva diritti ai protestanti calvinisti francesi, noti come ugonotti.

Enrico IV di Francia di Frans Pourbus il Giovane.

Firmato da Enrico IV di Francia a Nantes il 13 aprile 1598, l’editto pose temporaneamente fine alle feroci guerre di religione tra cattolici e protestanti che avevano dilaniato la Francia dagli anni 1560. Dei numerosi assassinii e atrocità compiuti da entrambe le parti, il più noto fu il massacro dei protestanti nel giorno di San Bartolomeo a Parigi nel 1572. I calvinisti francesi, conosciuti come ugonotti, erano solo una minoranza in Francia, ma avevano creato uno stato virtuale all’interno di uno stato e possedevano numerose città fortificate. Ora, dopo un’abile persuasione da parte dei diplomatici cattolici e molte trattative, accettarono un documento di novantadue articoli che concedeva loro una misura di tolleranza religiosa e di uguaglianza sociale e politica.

Gli ugonotti dovevano avere il diritto di praticare liberamente il culto ovunque in Francia in privato, e pubblicamente in circa 200 città nominate e nelle tenute dei proprietari terrieri protestanti. Fu loro permesso di ereditare proprietà, intraprendere attività commerciali, frequentare tutte le scuole e le università, ed essere curati negli ospedali sulla stessa base di tutti gli altri. Ci fu una completa amnistia per i crimini commessi durante le guerre da entrambe le parti e in articoli segreti, firmati il 2 maggio, il governo accettò di pagare i pastori protestanti e sovvenzionare le guarnigioni di una cinquantina di città fortificate ugonotte.

Gli oppositori cattolici dell’editto furono gradualmente vinti e il risultato finale di quella che era stata praticamente una prolungata guerra civile fu il rafforzamento della monarchia francese, che fu in grado di neutralizzare le due fazioni rivali. Enrico IV, re dello staterello pirenaico di Navarra, proveniva da un ramo minore della dinastia reale dei Valois di Francia. Successe al trono di Francia nel 1589 dopo l’assassinio del suo predecessore, Enrico III, da parte di un fanatico cattolico. Fu il primo dei re Borbone di Francia e, sebbene egli stesso fosse un notevole leader protestante, quattro anni dopo essere salito al trono divenne cattolico romano perché questa era la religione della grande maggioranza dei suoi sudditi e, nella sua famosa osservazione, considerava Parigi degna di una messa. Alcuni storici considerano l’Editto di Nantes come una strategia altrettanto cinica per attirare il pungolo degli ugonotti, come in effetti fece. Il protestantesimo si indebolì in Francia dopo il 1598, finché alla fine la revoca dell’editto da parte di Luigi XIV nel 1685 portò all’emigrazione di massa degli ugonotti in Inghilterra e in altri paesi.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Perché fu creato l’Editto di Nantes?

Editto di Nantes Un editto firmato nel 1598 dal re Enrico IV di Francia che concesse ai protestanti calvinisti di Francia (noti anche come ugonotti) diritti sostanziali nella nazione, che all’epoca era ancora considerata essenzialmente cattolica. Nell’Editto, Enrico mirava principalmente a promuovere l’unità civile.

Continua…

Quando fu emesso l’Editto di Nantes?

1598
L’Editto di Nantes, 1598. L’Editto di Nantes, emesso sotto Enrico di Navarra dopo la sua ascesa al trono francese come Enrico IV, mise effettivamente fine alle guerre di religione francesi concedendo la tolleranza ufficiale al protestantesimo.

Continua…

Cosa c’era nell’Editto di Nantes?

Firmato il 13 aprile 1598, l’Editto di Nantes concedeva diritti ai protestanti calvinisti francesi, noti come ugonotti. Gli ugonotti dovevano avere il diritto di praticare liberamente il culto ovunque in Francia in privato, e pubblicamente in circa 200 città nominate e nelle proprietà dei proprietari terrieri protestanti.

Continua…

Perché l’Editto di Nantes fu revocato?

L’Editto di Fontainebleau (22 ottobre 1685) fu un editto emesso dal re francese Luigi XIV ed è anche conosciuto come la Revoca dell’Editto di Nantes. … La mancanza di adesione universale alla sua religione non si adattava bene alla visione di Luigi XIV di un’autocrazia perfetta.

Continua…

Perché è importante l’Editto di Nantes?

Nantes, Editto di (1598) decreto reale francese che stabilisce la tolleranza per gli ugonotti (protestanti). Concedeva libertà di culto e uguaglianza legale agli ugonotti entro certi limiti e poneva fine alle guerre di religione. L’Editto fu revocato da Luigi XIV nel 1685, causando l’emigrazione di molti ugonotti.

Continua…

Quante defenestrazioni ci sono a Praga?

tre
L’atto di defenestrazione è, infatti, progettato per risolvere una discussione gettando un avversario fuori da una finestra e l’autore del New York Times potrebbe essere perdonato il suo pregiudizio dato che ci sono tre defenestrazioni riconosciute di Praga (1419, 1618 e 1948).23 maggio 2018

Continua…

Chi ha concesso la tolleranza ai protestanti francesi?

Re Enrico IV di Francia
Re Enrico IV di Francia emise questa dichiarazione nel 1598 nel tentativo di porre fine a una serie di guerre civili religiose tra cattolici e protestanti francesi. L’editto concedeva la tolleranza religiosa ai protestanti francesi, noti anche come ugonotti.

Continua…

Come venivano chiamati i protestanti calvinisti francesi?

Gli ugonotti erano protestanti francesi del XVI e XVII secolo che seguivano gli insegnamenti del teologo Giovanni Calvino. Perseguitati dal governo cattolico francese durante un periodo violento, gli ugonotti fuggirono dal paese nel XVII secolo, creando insediamenti ugonotti in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Africa.Mar 16, 2018

Continua…

Sotto quali restrizioni vivevano i protestanti in Francia?

Nel 1685 Luigi XIV emanò l’Editto di Fontainebleau, che sostituì l’Editto di St. Germain e rese illegale il protestantesimo.Mar 16, 2018

Continua…

Quanto è tollerante l’Editto di Nantes?

Il controverso editto fu uno dei primi decreti di tolleranza religiosa in Europa e concesse diritti religiosi inauditi alla minoranza protestante francese. L’editto sostenne i protestanti nella libertà di coscienza e permise loro di tenere il culto pubblico in molte parti del regno, anche se non a Parigi.

Continua…

Cosa fece il re Luigi ai protestanti?

Luigi XIV e la religione Con l’Editto di Fontainebleau, Luigi ordinò la distruzione delle chiese protestanti, la chiusura delle scuole protestanti e l’espulsione del clero protestante. Ai protestanti sarebbe stato vietato di riunirsi e i loro matrimoni sarebbero stati considerati non validi.2 dicembre 2009

Continua…

Come risposero i cattolici all’Editto di Nantes?

L’editto riuscì a ristabilire la pace e l’unità interna della Francia, ma non piacque a nessuna delle due parti. I cattolici rifiutarono l’apparente riconoscimento del protestantesimo come elemento permanente nella società francese e speravano ancora di imporre l’uniformità religiosa.

Continua…

Gli ussiti esistono ancora?

Oggi, la Chiesa Hussita Cecoslovacca sostiene di essere il moderno successore della tradizione hussita.

Continua…

Quante persone morirono nella defenestrazione di Praga?

Questo portò ad una serie di proteste contro il governo e alla defenestrazione di funzionari governativi. Durante la defenestrazione, Jan Želivský, un prete hussita, guidò un gruppo di hussiti cechi radicali e uccise 7 membri del consiglio comunale gettandoli dalla finestra.Nov 15, 2019

Continua…

La Germania è cattolica o protestante?

La maggior parte dei cristiani della Germania è registrata come cattolica (22,6 milioni) o protestante (20,7 milioni). La Chiesa protestante ha le sue radici nel luteranesimo e in altre denominazioni sorte dal movimento di riforma religiosa del XVI secolo.Apr 1, 2021

Continua…

Articolo precedente

Come si fa un blocco nervoso interscalenico?

Articolo successivo

PlayStation Vue ha NESN?

You might be interested in …

Come finisce Spectre?

Oggi vi spiegheremo il finale del thriller di James Bond del 2015, Spectre! Spectre è il 24° capitolo dei romanzi di Bond scritti da Ian Flemming. Ogni volta che si parla di “Agente 007”, c’è […]

Lifepac è accreditato?

LIFEPAC è un programma scolastico a colori, consumabile, con contenuti basati sulla Bibbia per i gradi K-12. Progettato da un team di educatori esperti con anni di esperienza in classe, LIFEPAC si basa sul principio […]

Come si pota la salvia russa in autunno?

Il suo fogliame grigio-verde, la produzione affidabile di fiori da metà estate al gelo e la facilità di cura rendono la salvia russa (Perovskia atriplicifolia) adatta a un’ampia varietà di usi in giardino. Coltivatela nelle […]