20 Gennaio 2022
Expand search form

Cos’è una reliquia nella Chiesa cattolica?

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l’articolo.

Kandy

reliquianella religione, in senso stretto, i resti mortali di un santo; in senso lato, il termine include anche qualsiasi oggetto che sia stato in contatto con il santo. Tra le grandi religioni, il cristianesimo, quasi esclusivamente nel cattolicesimo romano, e il buddismo hanno enfatizzato la venerazione delle reliquie.

La base del culto cristiano della venerazione delle reliquie è la concezione che la venerazione delle reliquie giova all’onore del santo. L’aspettativa di favori può accompagnare la devozione, ma non ne è parte integrante. Il primo riferimento cristiano alle reliquie viene dagli Atti degli Apostoli e spiega che i fazzoletti che toccavano la pelle di San Paolo mentre predicava a Corinto erano in grado di guarire i malati ed esorcizzare i demoni. Durante il II secolo ad , nel Martirio di PolicarpoLe ossa del vescovo martirizzato di Smirne sono descritte come “più preziose delle pietre preziose”. La venerazione delle reliquie continuò e crebbe nel cristianesimo. In generale, l’aspettativa di miracoli aumentò durante il Medioevo, mentre l’inondazione di reliquie orientali in Europa durante le Crociate sollevò serie domande sulla loro autenticità e sull’approvvigionamento etico. San Tommaso d’Aquino, il grande teologo cattolico romano, tuttavia, considerava naturale avere a cuore i resti dei santi morti e trovava una giustificazione per la venerazione delle reliquie nell’operare miracoli da parte di Dio in presenza di reliquie.

mosaico; cristianesimo

Il pensiero cattolico romano, definito nel 1563 al Concilio di Trento e successivamente affermato, sosteneva che la venerazione delle reliquie era permessa e stabiliva regole per assicurare l’autenticità delle reliquie ed escludere pratiche venali. Tra le reliquie cristiane più venerate c’erano i frammenti della Vera Croce.

Nelle chiese ortodosse orientali, la devozione si concentra sulle icone piuttosto che sulle reliquie, anche se l’antimension (il panno su cui viene celebrata la liturgia divina) contiene sempre una reliquia. L’atteggiamento dei riformatori protestanti del XVI secolo verso le reliquie era uniformemente negativo, e la venerazione delle reliquie non è stata accettata nel protestantesimo.

Come il cristianesimo, l’Islam ha avuto un culto delle reliquie associate al suo fondatore e ai santi. Nell’Islam, tuttavia, l’uso delle reliquie non ha avuto alcuna sanzione ufficiale; infatti, i teologi musulmani hanno spesso denunciato la venerazione delle reliquie e la relativa pratica di visitare le tombe dei santi come in conflitto con l’insistenza del profeta Maometto sulla sua natura puramente umana e non divina e la sua severa condanna dell’idolatria e del culto di chiunque altro che Dio stesso.

Il culto delle reliquie era canonicamente stabilito nel buddismo fin dai suoi primi giorni. La tradizione ( Mahaparinibbana Sutta) afferma che i resti cremati del Buddha (d. c. 483 a.C.) furono distribuiti equamente tra otto tribù indiane in risposta alla richiesta delle sue reliquie. I tumuli commemorativi (stupa) furono costruiti sopra queste reliquie, sopra il vaso da cui furono distribuite le ossa, e sopra le ceneri collettive della pira funeraria. Si dice che l’imperatore Ashoka (III secolo a.C.) abbia ridistribuito alcune delle reliquie tra gli innumerevoli stupa che aveva eretto. Questi santuari divennero importanti e popolari centri di pellegrinaggio.

Secondo la leggenda, sette ossa (i quattro denti canini, le due clavicole e l’osso frontale) furono esentati dalla distribuzione primaria, e questi sono stati oggetto di una devozione diffusa, con un certo numero di santuari dedicati a loro in tutta l’Asia. Il più famoso di questi sarira (“reliquie corporee”) è il dente canino sinistro, onorato nel Tempio del Dente a Kandy, Sri Lanka. Si dice che altri santuari abbiano ospitato alcuni beni personali del Buddha, come il suo bastone o la ciotola dell’elemosina. La ciotola delle elemosine (patra), in particolare, è associata a una tradizione romantica di peregrinazioni e, in diversi periodi storici, è stata variamente riportata come situata a Peshawar o a Ceylon (Sri Lanka). Inoltre, vengono venerati anche i resti corporei e gli effetti personali dei grandi santi ed eroi buddisti. Nel buddismo tibetano, il culto è accordato ai corpi accuratamente conservati dei re monaci defunti (i Dalai Lama), che nelle loro vite sono considerati come reincarnazioni di un essere celeste, il bodhisattva Avalokiteshvara.

Poiché le reliquie sono considerate come la presenza vivente del Buddha, intorno alle reliquie e ai luoghi in cui sono depositate sono nate leggende popolari di poteri miracolosi.

Nell’induismo, anche se le immagini di esseri divini hanno un posto importante nella devozione popolare, la venerazione delle reliquie che si trova nel cristianesimo, nell’islam e nel buddismo è largamente assente. Questo è probabilmente il risultato di due fatti: L’Induismo non ha un fondatore storico, come le altre tre religioni, e tende a considerare il mondo dell’esistenza fisica e storica come un’illusione. Così i resti mortali e i beni terreni degli eroi religiosi o degli uomini santi non sono generalmente considerati come aventi un particolare valore spirituale.

The Editors of Encyclopaedia Britannica Questo articolo è stato recentemente rivisto e aggiornato da Adam Augustyn, Managing Editor, Reference Content.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual è lo scopo di una reliquia nella Chiesa cattolica?

Nella religione, una reliquia è un oggetto o un articolo di significato religioso del passato, di solito consiste nei resti fisici di un santo o negli effetti personali del santo o della persona venerata conservati a scopo di venerazione come un memoriale tangibile.

Continua…

Come sono chiamate le reliquie cattoliche?

Un reliquiario portatile può essere chiamato un feretro, e una cappella in cui è ospitato un feretorio. Le reliquie possono essere i presunti o reali resti fisici dei santi, come ossa, pezzi di vestiti, o qualche oggetto associato a santi o altre figure religiose.

Continua…

Ogni altare cattolico ha una reliquia?

Con questo, il culto delle reliquie è nato. Le reliquie divennero parte integrante dell’ortodossia della Chiesa cattolica al Secondo Concilio di Nicea nel 787, quando le autorità ecclesiastiche approvarono una legge che stabiliva che ogni chiesa dovesse avere una reliquia sul suo altare.20 ottobre 2009

Continua…

Qual è un esempio di reliquia?

Le reliquie possono essere i resti letterali di persone sante o oggetti che le persone sante hanno usato o toccato. Esempi di reliquie includono denti, ossa, capelli e frammenti di oggetti come tessuti o legno. Si crede che le reliquie abbiano poteri speciali per guarire, concedere favori o esorcizzare gli spiriti.Feb 29, 2020

Continua…

Qual è la reliquia più sacra?

La Sindone di Torino è la reliquia di Gesù più conosciuta e più intensamente studiata. La validità dei test scientifici per l’autenticità della Sindone è contestata. La datazione al radiocarbonio del 1988 suggerisce che la Sindone è stata fatta durante il Medioevo.

Continua…

Che cosa significa reliquia nella storia?

sostantivo. un ricordo sopravvissuto di qualcosa di passato. un oggetto che ha interesse a causa della sua età o della sua associazione con il passato: un museo di reliquie storiche.

Continua…

Perché la reliquia è significativa?

Le reliquie si riferiscono tradizionalmente ai resti umani di santi o figure sacre nelle religioni che vanno dal cristianesimo al buddismo. Le reliquie hanno uno status sacro tra i credenti. Non possono essere trattati come altri artefatti storici perché trascendono il regno terreno.Nov 8, 2019

Continua…

Cos’è una Mensa nella Chiesa cattolica?

“Mensa, entrate mensali”. Enciclopedia Cattolica. … Nel linguaggio ecclesiastico, la mensa è quella parte dei beni di una chiesa che è destinata a coprire le spese o del prelato o della comunità che serve la chiesa, ed è amministrata per volontà dell’uno o dell’altra.

Continua…

Perché i cattolici venerano Maria?

La visione cattolica romana della Vergine Maria come rifugio e avvocata dei peccatori, protettrice dai pericoli e potente intercessore presso suo Figlio, Gesù, è espressa in preghiere, rappresentazioni artistiche, teologia e scritti popolari e devozionali, così come nell’uso di articoli e immagini religiose.

Continua…

Come si fa a ottenere le reliquie cattoliche?

Chiama la tua libreria cattolica locale. Spesso, i proprietari di librerie sanno di ordini religiosi e santuari disposti ad aiutare le persone ad acquisire alcune reliquie. Fai un viaggio in un santuario. Se il corpo del santo è sepolto sul terreno, si può essere in grado di acquisire una reliquia di terza classe o anche di seconda classe.Sep 29, 2017

Continua…

Qual è la reliquia più sacra?

La Sindone di Torino è la reliquia di Gesù più conosciuta e più intensamente studiata. La validità dei test scientifici per l’autenticità della Sindone è contestata. La datazione al radiocarbonio del 1988 suggerisce che la Sindone è stata fatta durante il Medioevo.

Continua…

Dov’è la corona di spine?

Durante una crociata in Terra Santa, il re francese Luigi IX comprò quella che fu venerata come la Corona di Spine di Gesù. È conservata a Parigi fino ad oggi, nel Museo del Louvre.

Continua…

Quali sante reliquie possiede il Vaticano?

Alcune delle reliquie più stupefacenti della cappella includono: 22 schegge della Vera Croce, una spina della Corona di Spine, una scheggia della tavola dell’Ultima Cena, il cranio di San Teodoro, un dente di Sant’Antonio e pezzi di ossa di tutti gli Apostoli.17 ottobre 2016

Continua…

Quale QI è necessario per il Mensa?

Il requisito del Mensa per l’adesione è un punteggio pari o superiore al 98° percentile in alcuni test standardizzati del QI o altri test di intelligenza approvati, come la Stanford-Binet Intelligence Scales. Il punteggio minimo accettato sullo Stanford-Binet è 132, mentre per il Cattell è 148.

Continua…

Quante reliquie ha la Chiesa cattolica?

Ci sono circa 5.000 reliquie in totale. All’interno della chiesa, l’occhio è attirato prima da un soffitto dipinto con simboli e nomi religiosi e poi da alte casse di noce che espongono centinaia di manufatti metallici dietro un vetro.17 ottobre 2016

Continua…

Articolo precedente

Si può sfogare un’asciugatrice direttamente in alto?

Articolo successivo

Che percentuale di giocatori di calcio delle scuole superiori hanno CTE?

You might be interested in …