21 Maggio 2022
Expand search form

Cosa può succedere se le prese sono sovraccariche?

Larry Campbell

Se hai mai collegato una luce di troppo per le feste, acceso un aspirapolvere o acceso una stufa solo per avere le luci o l’apparecchio improvvisamente spento, hai creato un sovraccarico del circuito elettrico. Lo spegnimento è stato innescato dall’interruttore del circuito (o dai fusibili) nel pannello di servizio della vostra casa. E mentre gli interruttori sono affidabili e fanno un buon lavoro nel prevenire gli incendi domestici dovuti ai sovraccarichi, la strategia più sicura è quella di gestire l’uso dell’elettricità per prevenire i sovraccarichi in primo luogo.

Cos’è un sovraccarico del circuito elettrico?

Un sovraccarico del circuito elettrico si verifica quando si estrae più elettricità di quella che un circuito può gestire in sicurezza.

Come funzionano i sovraccarichi dei circuiti elettrici?

I circuiti elettrici sono progettati per gestire una quantità limitata di elettricità. I circuiti sono composti da cavi, un interruttore (o un fusibile, nei vecchi sistemi di cablaggio) e dispositivi (come lampade, elettrodomestici e qualsiasi cosa collegata a una presa). L’uso dell’elettricità di ogni dispositivo (quando è in funzione) si aggiunge al carico totale del circuito. Il superamento del carico nominale per il cablaggio del circuito fa scattare l’interruttore, interrompendo l’alimentazione dell’intero circuito.

Se non ci fosse un interruttore nel circuito, un sovraccarico causerebbe il surriscaldamento del cablaggio del circuito, che potrebbe fondere l’isolamento del filo e portare a un incendio. Circuiti diversi hanno diversi valori di carico, per cui alcuni circuiti possono fornire più elettricità di altri. I sistemi elettrici domestici sono progettati per il tipico uso domestico, ma nulla ci impedisce di collegare troppi dispositivi allo stesso circuito. Tuttavia, più si conosce il layout dei circuiti di casa, più facilmente si possono prevenire i sovraccarichi.

Segni di circuiti sovraccarichi

Il segno più ovvio di un sovraccarico del circuito elettrico è un interruttore che scatta e spegne tutta la potenza. Altri segni possono essere meno evidenti:

  • Luci soffuse, specialmente se le luci si affievoliscono quando si accendono elettrodomestici o altre luci.
  • Prese o interruttori che ronzano.
  • Coperchi di prese o interruttori che sono caldi al tatto.
  • Odori di bruciato da prese o interruttori.
  • Spine o prese bruciate.
  • Utensili elettrici, elettrodomestici o dispositivi elettronici che sembrano non avere sufficiente potenza.

Suoni di ronzio, odori di bruciato e dispositivi insolitamente caldi possono anche indicare altri problemi di cablaggio, come connessioni allentate o cortocircuiti. Se uno di questi problemi persiste dopo aver preso provvedimenti per prevenire i sovraccarichi del circuito, contatta un elettricista.

Mappatura dei circuiti della tua casa

Il primo passo per prevenire il sovraccarico del circuito elettrico è imparare quali circuiti alimentano quali dispositivi. Quando hai mappato il layout del circuito di base, puoi calcolare il carico di sicurezza di ogni circuito per avere un’idea di quante cose puoi far funzionare su quel circuito. Per esempio, se le luci della tua cucina si affievoliscono quando accendi il tuo tostapane (un elettrodomestico affamato di energia), questo ti dice che il tostapane e le luci sono sullo stesso circuito (anche se non dovrebbero esserlo) e che sei vicino a raggiungere il massimo della capacità del circuito. La mappatura dei circuiti può anche dirvi se c’è bisogno di nuovi circuiti per soddisfare le normali richieste della famiglia.

La mappatura dei circuiti è semplice (anche se ripetitiva): Prendete un taccuino e una matita. Apri la porta del pannello di servizio della tua casa (scatola degli interruttori) e spegni uno degli interruttori con il numero 15 o 20 stampato all’estremità dell’interruttore. (Non preoccupatevi degli interruttori timbrati con numeri 30, 40, 50 o superiori; questi sono circuiti ad alta tensione per apparecchi come cucine elettriche, scaldabagni e asciugatrici, e non state collegando apparecchi ordinari a questi circuiti). Annota sul blocco dove si trova il circuito nel pannello in modo da poterlo identificare in seguito.

Poi, cammina attraverso la casa e prova tutte le luci, i ventilatori a soffitto e gli elettrodomestici a spina. Scrivi tutto ciò che non ha corrente e annota la stanza in cui si trova. Inoltre, prova ogni presa con un tester di tensione o un tester per prese, o anche una luce o una lampada plug-in, registrando tutto ciò che non funziona. Non dovete necessariamente passare attraverso tutta la casa per ogni circuito. E se il vostro elettricista è stato accurato, ci possono essere utili etichette accanto agli interruttori, che indicano le aree del circuito (“Camera da letto sud-est”, “Luci del garage”, ecc.). Ma per una mappatura accurata, dovreste testare ogni area in modo ampio, perché i circuiti possono avere membri strani: un microonde su un circuito di illuminazione del corridoio, per esempio.

Dopo aver testato l’area del circuito, torna al pannello, accendi il primo interruttore, poi spegni il successivo nella fila e ripeti il test. Ripeti il processo per tutti i circuiti “15” e “20”.

Calcolo dei carichi del circuito

La tua mappa dei circuiti ti dice quali dispositivi sono alimentati da ogni circuito. Ora devi calcolare quanta potenza stanno usando quei dispositivi. Per farlo, hai bisogno di una rapida lezione di energia elettrica. L’elettricità si misura in watt; una lampadina da 100 watt usa 100 watt di elettricità. Un watt è il prodotto della tensione (volt) e dell’amperaggio (amp):

1 volt x 1 amp = 1 watt

Per calcolare il carico totale di ogni circuito, aggiungi il wattaggio di tutti i dispositivi su quel circuito. Le lampadine e molti piccoli elettrodomestici hanno delle etichette che indicano il loro wattaggio. Se un dispositivo ti dà solo ampere, moltiplica il valore di ampere per 120 (la tensione dei circuiti standard) per trovare il wattaggio. Includi tutti i dispositivi che sono collegati in modo permanente al circuito e gli apparecchi a spina che non si muovono molto spesso (come un tostapane o un riscaldatore in una stanza particolarmente fredda).

Confrontate il wattaggio totale di ogni circuito con il carico nominale di quel circuito. I circuiti con interruttori “15” sono classificati per 15 ampere. Il carico massimo di uno di questi circuiti è di 1.800 watt:

120 volt x 15 amp = 1.800 watt

Se provate a usare più di 1.800 watt su quel circuito, lo sovraccaricherete e l’interruttore scatterà.

I circuiti con gli interruttori “20” sono classificati per 20 ampere e hanno un carico massimo di 2.400 watt:

120 volt x 20 amp = 2.400 watt

Confronta il wattaggio totale (quanta elettricità stai usando) e il carico nominale per ogni circuito. Per esempio, un circuito da 15 ampere che serve luci e prese in un soggiorno potrebbe fornire energia per 500 watt per l’illuminazione, 500 watt per la TV e il decoder, e 200 watt per il sistema audio, per un totale di 1.200 watt. Se inserisci un aspirapolvere da 700 watt mentre la TV, lo stereo e le luci sono accese, supererai i 1.500 watt dell’interruttore, facendolo scattare e interrompendo la corrente.

Soluzioni

Il carico massimo su ogni circuito non è l’obiettivo ideale. Per un margine di sicurezza, è meglio se il carico normale su un circuito non supera l’80% del carico massimo (nominale). Per un circuito da 15 ampere, l’obiettivo di carico sicuro è di 1.440 watt; per un circuito da 20 ampere, il carico sicuro è di 1.920 watt.

Se i tuoi calcoli del circuito indicano che stai assorbendo più wattaggio da un circuito che il numero di carico sicuro – o stai superando il carico nominale e spesso sovraccarichi il circuito – ci sono alcuni modi per ridurre il carico sul circuito per prevenire il sovraccarico:

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cosa succede quando colleghi troppe cose?

Inserire troppi oggetti elettrici in una presa può fare di più che far scattare un interruttore. … Questo calore può accumularsi fino a quando il conduttore, sia esso un filo, una presa o qualsiasi altra parte del circuito, si scalda abbastanza da provocare un incendio. Questo è il motivo per cui le case sono dotate di interruttori e fusibili.Jun 23, 2015

Continua…

Qual è il rischio di una presa sovraccarica?

Prese e circuiti sovraccarichi trasportano troppa elettricità, che genera calore in quantità impercettibili. Il calore provoca l’usura del sistema di cablaggio interno e può innescare un incendio. Tutti i sistemi di cablaggio hanno interruttori o fusibili che scollegano l’alimentazione quando i circuiti si sovraccaricano.

Continua…

Come faccio a sapere se la mia presa è sovraccarica?

Luci lampeggianti, tremolanti e fioche sono i tre segni principali di un circuito sovraccarico. Altri segnali di avvertimento possono essere fusibili bruciati, circuiti che scattano, prese che ronzano e un odore di bruciato.Apr 1, 2021

Continua…

Come si ripara un circuito sovraccarico?

La soluzione a breve termine al sovraccarico di un circuito è facile: spostare alcuni dispositivi dal circuito sovraccarico a un altro circuito di uso generale. Poi si può semplicemente riaccendere l’interruttore o sostituire il fusibile.

Continua…

Quante spine sono sicure in una presa?

Quindi, è ovvio che puoi far funzionare almeno due PC completi in modo sicuro da una singola presa di corrente. Se vuoi fare i tuoi calcoli, aggiungi semplicemente il consumo massimo di energia (in watt) di ogni dispositivo e assicurati che il totale non superi i 3000W.Sep 7, 2017

Continua…

Come si ripara una presa sovraccarica?

Come si ripara un circuito sovraccarico? La soluzione a breve termine per un sovraccarico del circuito è facile: spostare alcuni dispositivi dal circuito sovraccarico a un altro circuito di uso generale. Poi puoi semplicemente riaccendere l’interruttore o sostituire il fusibile.

Continua…

Quali sono tre segni di avvertimento di un circuito elettrico sovraccarico?

Segni di circuiti sovraccarichi Luci che si affievoliscono, specialmente se le luci si affievoliscono quando si accendono elettrodomestici o più luci.Prese o interruttori che ronzano.Coperchi di prese o interruttori che sono caldi al tatto.Odori di bruciato da prese o interruttori.Spine o prese bruciate.Più articoli…-Jun 8, 2021

Continua…

Una presa può essere sovraccaricata?

Tuttavia, anche se c’è spazio per inserire quattro apparecchi, questo non significa che sia sempre sicuro farlo. È possibile evitare il sovraccarico delle prese e il rischio di incendio seguendo questo semplice consiglio: … Questo potrebbe causare il surriscaldamento della spina nella presa a muro e possibilmente causare un incendio.

Continua…

Come si previene una presa sovraccarica?

Uno dei primi modi per prevenire un sovraccarico della presa è quello di inserire solo una spina alla volta. Quando hai bisogno di inserire altri oggetti nella presa, assicurati di avere abbastanza watt e ampere per farlo. Inoltre, non bisogna mai collegare prolunghe a prolunghe e usarle solo come previsto.

Continua…

Gli interruttori della luce possono causare incendi?

Domanda: Come fa un interruttore della luce a provocare un incendio? Risposta: I terminali possono allentarsi molto lentamente, causando resistenza nel punto di connessione. Questo causa calore, che può provocare un incendio. Ed è possibile che un interruttore accenda un dispositivo quando non dovrebbe, provocando potenzialmente un incendio.Jun 26, 2021

Continua…

Un circuito sovraccarico si aggiusta da solo?

Se il totale è superiore al valore dell’interruttore, allora sei fortunato! Questa particolare soluzione è semplice. Tutto quello che devi fare è spostare un apparecchio o due dal circuito sovraccarico su un altro circuito che può gestirlo. Se questo non è il caso, allora è il momento di contattare un elettricista certificato.Jul 29, 2021

Continua…

Si può riparare un circuito sovraccarico?

Come si ripara un circuito sovraccarico? La soluzione a breve termine al sovraccarico di un circuito è facile: spostare alcuni dispositivi dal circuito sovraccarico a un altro circuito di uso generale. Poi puoi semplicemente riaccendere l’interruttore o sostituire il fusibile.

Continua…

Perché le prese elettriche sono sovraccariche?

Quando una presa si sovraccarica, l’interruttore scatta, interrompendo il flusso elettrico a tutto il circuito. In assenza di un interruttore, il cablaggio del circuito si surriscalda, facendo fondere l’isolamento del filo, il che può causare un incendio. Questo può mettere a rischio una famiglia, una proprietà e l’intero quartiere.21 dicembre 2020

Continua…

Come fai a dire se il cablaggio della tua casa è difettoso?

6 segnali di avvertimento di cablaggio elettrico difettoso nella vostra casaTenere traccia di interruttori automatici Trips. … Guarda e ascolta le luci tremolanti, ronzanti o fioche. … Guarda fuori per il cablaggio sfrangiato o masticato. … Cercare scolorimenti, bruciature e fumo. … Sentite se ci sono prese a muro calde o vibranti. … Annusare se ci sono bruciature e odori strani.

Continua…

In quanto tempo può scoppiare un incendio elettrico?

Sovraccarico del circuito elettrico Quando troppi dispositivi ad alta potenza attingono energia dalla stessa area, si può verificare un sovraccarico del circuito o un fusibile bruciato, spesso causando un picco che potrebbe innescare un incendio elettrico in pochi secondi a seconda del voltaggio.Oct 19, 2020

Continua…

Articolo precedente

Chi produce Archer?

Articolo successivo

Quanti grammi di zucchero dovrebbero esserci nello yogurt?

You might be interested in …

Chi ha soldi nuovi nel Grande Gatsby?

Riassunto dei tre fattori scatenanti che bloccano il feedback di Sheila Heen Perché veniamo innescati e cosa ci aiuta. I trigger della fiducia, il feedback è sbagliato, ingiusto e inutile. Ritengono che prima di capire […]