27 Gennaio 2022
Expand search form

Come vengono determinati il prezzo e la produzione in condizioni di concorrenza perfetta?

Ogni impresa in un mercato perfettamente competitivo è un price taker; il prezzo di equilibrio e la produzione dell’industria sono determinati dalla domanda e dall’offerta. La figura 9.1 “Il mercato dei ravanelli” mostra come la domanda e l’offerta nel mercato dei ravanelli, che supponiamo siano prodotti in condizioni di concorrenza perfetta, determinano la produzione totale e il prezzo. Il prezzo di equilibrio è 0,40 dollari per libbra; la quantità di equilibrio è 10 milioni di libbre al mese.

Grafico delle curve di domanda e offerta per i ravanelli. Le due curve si intersecano a 10 milioni di punti di ravanelli prodotti ad un prezzo di 40 centesimi.

Figura 9.1 Il mercato dei ravanelli. Il prezzo e la produzione in un mercato competitivo sono determinati dalla domanda e dall’offerta. Nel mercato dei ravanelli, il prezzo di equilibrio è $0.40 per libbra; 10 milioni di libbre al mese sono prodotte e acquistate a questo prezzo.

Poiché è un price taker, ogni impresa nell’industria dei ravanelli assume di poter vendere tutti i ravanelli che vuole al prezzo di $0.40 per libbra. Non importa quanti o quanti pochi ravanelli produce, l’azienda si aspetta di venderli tutti al prezzo di mercato.

L’assunzione che l’azienda si aspetta di vendere tutti i ravanelli che vuole al prezzo di mercato è cruciale. Se un’azienda non si aspetta di vendere tutti i suoi ravanelli al prezzo di mercato – se dovesse abbassare il prezzo per vendere alcune quantità – l’azienda non sarebbe un price taker. E il comportamento di accettazione del prezzo è centrale nel modello di concorrenza perfetta.

I coltivatori di ravanello – e le imprese perfettamente competitive in generale – non hanno motivo di applicare un prezzo inferiore a quello di mercato. Poiché i compratori hanno informazioni complete e poiché assumiamo che il prodotto di ogni impresa sia identico a quello dei suoi rivali, le imprese non sono in grado di applicare un prezzo superiore a quello di mercato. Per le imprese perfettamente competitive, il prezzo è molto simile al tempo: possono lamentarsi, ma in concorrenza perfetta non c’è niente che nessuno di loro possa fare.

Questo video spiega come le curve di domanda e offerta del mercato determinano il prezzo di un bene, e perché le aziende in un mercato perfettamente competitivo sono price taker.

Ricavo totale

Mentre un’impresa in un mercato perfettamente competitivo non ha alcuna influenza sul suo prezzo, determina l’output che produrrà. Nel selezionare la quantità di quel prodotto, una considerazione importante è il reddito che l’azienda guadagnerà producendolo.

Il ricavo totale di un’azienda si trova moltiplicando la sua produzione per il prezzo a cui vende quella produzione. Per un’impresa perfettamente competitiva, il ricavo totale (TR) è il prezzo di mercato (P) per la quantità che l’impresa produce (Q), o

La relazione tra il prezzo di mercato e la curva dei ricavi totali dell’impresa è cruciale. Il pannello (a) della Figura 9.2 “Ricavo totale, ricavo marginale e ricavo medio” mostra le curve del ricavo totale per un coltivatore di ravanello a tre possibili prezzi di mercato: 0,20 dollari, 0,40 dollari e 0,60 dollari per libbra. Ogni curva del ricavo totale è una curva lineare, inclinata verso l’alto. A qualsiasi prezzo, maggiore è la quantità venduta da un’impresa perfettamente competitiva, maggiore è il suo ricavo totale. Notate che maggiore è il prezzo, più ripida è la curva dei ricavi totali.

Due grafici. Il primo mostra le entrate totali per varie quantità di ravanelli prodotti quando ci sono diversi punti di prezzo. Se il prezzo dei ravanelli è di 20 centesimi, la pendenza della curva è solo .2. A 40 centesimi, la pendenza è .4, e a 60 centesimi, la pendenza è .6. Il secondo grafico mostra che ad ogni livello di prezzo, le linee dei ricavi marginali e medi sono solo linee rette attraverso il grafico, mostrando che indipendentemente da quanti chili di ravanelli vengono prodotti a 0,20, 0,40, o 0,60 centesimi, i ricavi marginali e medi rimangono gli stessi.

Figura 9.2 Ricavo totale, ricavo marginale e ricavo medio. Il pannello (a) mostra diverse curve di ricavo totale per tre possibili prezzi di mercato in concorrenza perfetta. Una curva di ricavo totale è una linea retta che esce dall’origine. La pendenza di una curva dei ricavi totali è MR; è uguale al prezzo di mercato (P) e AR in concorrenza perfetta. Il ricavo marginale e il ricavo medio sono quindi una singola linea orizzontale al prezzo di mercato, come mostrato nel pannello (b). C’è una diversa curva di ricavo marginale per ogni prezzo.

Ricavo marginale, prezzo e domanda per l’impresa perfettamente competitiva

Abbiamo visto che la curva dei ricavi marginali di un’impresa perfettamente competitiva è semplicemente una linea orizzontale al prezzo di mercato e che questa stessa linea è anche la curva dei ricavi medi dell’impresa. Per l’impresa perfettamente competitiva, M R = P = A R . La curva di ricavo marginale ha anche un altro significato. È la curva di domanda di un’impresa perfettamente competitiva.

Consideriamo il caso di un singolo produttore di ravanelli, Tony Gortari. Assumiamo che il mercato dei ravanelli sia perfettamente competitivo; il signor Gortari gestisce un’impresa perfettamente competitiva. Supponiamo che il prezzo di mercato dei ravanelli sia $0.40 per libbra. Quanti chili di ravanelli può vendere il signor Gortari a questo prezzo? La risposta viene dalla nostra assunzione che egli è un price taker: Egli può vendere qualsiasi quantità che vuole a questo prezzo. Quanti chili di ravanelli venderà se applica un prezzo superiore a quello di mercato? Nessuna. I suoi ravanelli sono identici a quelli di ogni altra impresa nel mercato, e tutti nel mercato hanno informazioni complete. Ciò significa che la curva di domanda di fronte al signor Gortari è una linea orizzontale al prezzo di mercato come illustrato nella figura 9.3 “Prezzo, ricavo marginale e domanda”. Si noti che la curva è etichettata d per distinguerla dalla curva di domanda del mercato, Dnella Figura 9.1 “Il mercato dei ravanelli”. La linea orizzontale nella figura 9.3 “Prezzo, ricavo marginale e domanda” è anche la curva di ricavo marginale del signor Gortari, MRe la sua curva del ricavo medio, AR. È anche il prezzo di mercato, P.

Naturalmente, il signor Gortari potrebbe applicare un prezzo inferiore a quello di mercato, ma perché dovrebbe? Supponiamo che possa vendere tutti i ravanelli che vuole al prezzo di mercato; non ci sarebbe motivo di applicare un prezzo inferiore. Il signor Gortari affronta una curva di domanda che è una linea orizzontale al prezzo di mercato. Nella nostra analisi successiva, ci riferiremo alla linea orizzontale al prezzo di mercato semplicemente come ricavo marginale. Dovremmo ricordare, tuttavia, che questa stessa linea ci dà il prezzo di mercato, il ricavo medio e la curva di domanda di fronte all’impresa.

Grafico che mostra che la curva di domanda è uguale al ricavo marginale, al ricavo medio e al prezzo. Indipendentemente dalla quantità venduta, questo coltivatore di ravanelli dovrà vendere a 0,40 dollari per libbra.

Figura 9.3 Prezzo, ricavo marginale e domanda. Un’impresa perfettamente competitiva affronta una curva di domanda orizzontale al prezzo di mercato. Qui, il coltivatore di ravanello Tony Gortari affronta la curva di domanda d al prezzo di mercato di 0,40 dollari per libbra. Potrebbe vendere q1 o q2 – o qualsiasi altra quantità – al prezzo di 0,40 dollari per libbra.

Più in generale, possiamo dire che qualsiasi impresa perfettamente competitiva affronta una curva di domanda orizzontale al prezzo di mercato. Abbiamo visto un esempio di una curva di domanda orizzontale nel modulo sull’elasticità. Una tale curva è perfettamente elastica, il che significa che qualsiasi quantità è richiesta ad un dato prezzo.

Si noti che la Figura 9.1 mostra il mercato (e la curva di domanda) per un industria perfettamente competitiva e la figura 9.3 mostra la curva di domanda per un’impresa perfettamente competitiva.

Questo video dimostra come il ricavo medio sia uguale al ricavo marginale, che è uguale al prezzo in un mercato perfettamente competitivo.

Autoverifica: Imprese e industrie perfettamente competitive

Rispondete alla/e domanda/e qui sotto per vedere quanto bene avete capito gli argomenti trattati nella sezione precedente. Questo breve quiz non non conta per il tuo voto in classe, e puoi ripeterlo un numero illimitato di volte.

Avrai più successo nell’autoverifica se hai completato le due letture di questa sezione.

Usa questo quiz per verificare la tua comprensione e decidere se (1) studiare ulteriormente la sezione precedente o (2) passare alla sezione successiva.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come sono determinati i prezzi nei mercati perfettamente competitivi?

In un mercato perfettamente competitivo, il prezzo di equilibrio del prodotto è determinato attraverso un processo di interazione tra la domanda aggregata o di mercato e l’offerta aggregata o di mercato. Il prezzo di equilibrio è il prezzo al quale la domanda di mercato diventa uguale all’offerta di mercato.

Continua…

Cosa sono il prezzo e la produzione perfettamente competitivi?

Poiché un’impresa perfettamente competitiva deve accettare il prezzo per la sua produzione come determinato dalla domanda e dall’offerta di mercato del prodotto, non può scegliere il prezzo che applica. Questo è già determinato nell’equazione del profitto, e quindi l’impresa perfettamente competitiva può vendere qualsiasi numero di unità esattamente allo stesso prezzo.

Continua…

Come viene determinato il prezzo in condizioni di concorrenza perfetta, spiegare con l’aiuto di un diagramma?

Con la concorrenza perfetta tra acquirenti e venditori, si determina un prezzo di equilibrio OP al quale la quantità richiesta è uguale all’offerta disponibile. Cioè, il prezzo di equilibrio sarà stabilito nel punto in cui la curva di domanda DD, inclinata verso il basso, interseca la curva di offerta verticale MS.

Continua…

Come si determinano il prezzo e la produzione nel breve e nel lungo periodo in concorrenza perfetta?

Nel breve periodo un’impresa in concorrenza perfetta è in equilibrio a quell’output al quale il costo marginale è uguale al prezzo o al ricavo marginale. … Ma, nel lungo periodo per un’impresa in concorrenza perfetta per essere in equilibrio, oltre al costo marginale è uguale al prezzo, il prezzo deve anche essere uguale al costo medio.

Continua…

Come si determina la produzione in concorrenza perfetta?

In concorrenza perfetta, gli acquirenti e i venditori non possono influenzare il prezzo di mercato aumentando o diminuendo i loro acquisti o la loro produzione, rispettivamente. … Ciò implica che in concorrenza perfetta, il prezzo di mercato dei prodotti è determinato prendendo in considerazione due forze di mercato, cioè la domanda di mercato e l’offerta di mercato.

Continua…

Come si determina la produzione in concorrenza perfetta?

Sulla base delle curve dei ricavi totali e dei costi totali, un’azienda perfettamente competitiva come la fattoria dei lamponi può calcolare la quantità di produzione che fornirà il più alto livello di profitto. Per qualsiasi quantità, il ricavo totale meno il costo totale sarà uguale al profitto.

Continua…

Come vengono determinati il prezzo e la produzione?

Il prezzo di mercato e la produzione sono determinati sulla base della domanda dei consumatori e dell’offerta di mercato in condizioni di concorrenza perfetta. In altre parole, le imprese e l’industria dovrebbero essere in equilibrio ad un livello di prezzo in cui la quantità richiesta è uguale alla quantità fornita.

Continua…

Come vengono determinati il prezzo e la produzione in regime di concorrenza monopolistica?

Sotto la concorrenza monopolistica il prezzo e la produzione sono determinati come in altri tipi di struttura di mercato durante un breve periodo. Il punto di equilibrio di un’impresa individuale sarà nel punto in cui il suo costo marginale è uguale al suo ricavo marginale (MC=MR).

Continua…

Come si determina l’output nel mercato competitivo di breve e lungo periodo?

Il prezzo e l’output di equilibrio sono determinati in un punto in cui il costo marginale di breve periodo (SMC) è uguale al ricavo marginale (MR). Poiché i costi differiscono nel breve periodo, un’impresa con costi unitari più bassi guadagnerà solo profitti normali. Nel caso in cui sia in grado di coprire solo il costo variabile medio, incorre in perdite.

Continua…

Come sono determinati il prezzo e la produzione in concorrenza monopolistica nel breve periodo?

Sotto la concorrenza monopolistica il prezzo e la produzione sono determinati come in altri tipi di struttura di mercato durante il breve periodo. Il punto di equilibrio di una singola impresa sarà nel punto in cui il suo costo marginale è uguale al suo ricavo marginale (MC=MR).

Continua…

Come vengono determinati il prezzo e la produzione in un oligopolio?

Un oligopolio esiste tra due strutture di mercato estreme, la concorrenza perfetta e il monopolio. Ogni impresa valuta la possibile reazione dei rivali alle sue decisioni di prezzo e di sviluppo del prodotto. …

Continua…

Come vengono determinati il prezzo e la produzione in regime di concorrenza monopolistica?

Sotto la concorrenza monopolistica il prezzo e la produzione sono determinati come in altri tipi di struttura di mercato durante un breve periodo. Il punto di equilibrio di una singola impresa sarà nel punto in cui il suo costo marginale è uguale al suo ricavo marginale (MC=MR).

Continua…

Cos’è la concorrenza perfetta spiegare la determinazione del prezzo in concorrenza perfetta?

In concorrenza perfetta, il prezzo di un prodotto è determinato in un punto in cui la curva di domanda e quella di offerta si intersecano. Questo punto è noto come punto di equilibrio così come il prezzo è noto come prezzo di equilibrio. Inoltre, a questo punto, la quantità richiesta e fornita è chiamata quantità di equilibrio.

Continua…

Come sono determinati il prezzo e la produzione in regime di monopolio nel breve periodo?

Equilibrio di breve periodo dell’impresa monopolista: Un monopolista massimizza il profitto o minimizza le perdite producendo quell’output per il quale il costo marginale (MC) è uguale al ricavo marginale (MR). Il fatto che si realizzi o meno un profitto o una perdita dipende dalla relazione tra il prezzo e il costo totale medio (CTA).

Continua…

Cos’è la determinazione del prezzo e della produzione in concorrenza monopolistica?

Determinazione del prezzo e della produzione in concorrenza monopolistica: Equilibrio di un’impresa. … In un tale mercato, tutte le imprese determinano il prezzo dei propri prodotti. Pertanto, si trova di fronte ad una curva di domanda inclinata verso il basso. Nel complesso, possiamo dire che l’elasticità della domanda aumenta al diminuire della differenziazione tra i prodotti.

Continua…

Articolo precedente

Dove si trova la cintura del grano negli Stati Uniti?

Articolo successivo

Topi e ratti vanno d’accordo?

You might be interested in …

Come si riscalda l’halibut?

Non è necessario buttare via i filetti di pesce o i crostacei avanzati dopo cena. Si possono riscaldare tranquillamente i frutti di mare fino a 4 giorni dopo la loro cottura. I piatti di pesce […]

L’acido borico è dannoso per i gatti?

L’acido borico è efficace per sbarazzarsi di parassiti come scarafaggi e pulci. Anche se il tuo gatto a volte è un parassita, fai attenzione a dove viene messo l’acido borico o potrebbe avere un effetto […]