27 Gennaio 2022
Expand search form

Chi era il logopedista dei re?

La commovente nota dettaglia l’ansia del monarca per la sua cerimonia di incoronazione del 1937.

re Giorgio VI

Le lotte che Re Giorgio VI ha avuto con la sua balbuzie e il logopedista che lo ha aiutato a superarle sono state immortalate nel film del 2010 Il discorso del re. E ora, una lettera appena scoperta che fa più luce sulla vera storia dietro il film vincitore dell’Academy Award è in vendita.

La lettera, inviata dal re a Lionel Logue solo cinque giorni dopo la sua cerimonia di incoronazione del 1937, dettaglia l’ansia del monarca per il grande evento. Delinea anche il suo sollievo per aver pronunciato correttamente le sue parole.

Nella nota datata 17 maggio 1937 e inviata dal castello di Windsor, il re Giorgio VI scrive:

“Non potevo aspettare di mandarti qualche riga per ringraziarti ancora per il tuo duro lavoro nell’aiutarmi a preparare il grande giorno.

Sapete quanto ero ansioso di ottenere le mie risposte giuste nell’Abbazia, la prova scadente ha aumentato notevolmente la mia ansia, ma la mia mente è stata finalmente messa a proprio agio stasera. Non un momento di esitazione o di errore!”.

Logue iniziò ad aiutare Giorgio VI con la sua balbuzie nel 1926 quando era ancora il Duca di York e un reale in attività, ma non sapeva ancora che un giorno sarebbe diventato Re. Tuttavia, quando suo fratello Edoardo VIII abdicò nel dicembre 1936, si trovò a rivolgersi alla nazione come monarca.

Famiglia Reale all'incoronazione di Giorgio VI

Un regalo di un portasigarette d’argento dorato con il simbolo reale di Re Giorgio VI fu allegato alla lettera. Entrambi saranno venduti all’asta a Salisbury, Wiltshire, il 29 aprile e ci si aspetta che raggiungano almeno 4.000 sterline.

“Crediamo che questa lettera sia l’unico esempio scritto a Logue da Giorgio VI che non sia stato conservato dalla famiglia Logue”, spiega Rupert Slingsby, specialista dell’argento presso la sala vendite Woolley and Wallis dove il portasigarette e la lettera saranno venduti.

“Quando Lionel Logue morì nell’aprile 1953, sia il portasigarette che la lettera furono dati al fratello minore, Herbert. Nell’agosto dello stesso anno Herbert li diede entrambi a un gioielliere australiano in luogo di un pagamento di 27 sterline (circa 1.300 sterline di oggi), che era dovuto per una collana di perle graduata con una chiusura di zaffiro e diamanti.” Un discendente del gioielliere sta vendendo gli oggetti.

“Mentre il nostro venditore si rendeva conto dell’importanza storica degli oggetti, non credo che abbia apprezzato quanto potessero essere preziosi per i collezionisti britannici”, spiega Slingsby.

“Prima de ‘Il discorso del re’, la maggior parte delle persone non era a conoscenza delle difficoltà che Giorgio VI ha incontrato con la sua balbuzie, ma la duratura e accattivante amicizia tra il re e Lionel Logue che ne è emersa è particolarmente evidente in questa nuova lettera”.

Re Giorgio VI lettera

Leggete la lettera per intero qui sotto:

La Regina ed io abbiamo appena visto il film della nostra incoronazione, e non potevo aspettare di mandarti qualche riga per ringraziarti ancora per il tuo duro lavoro nell’aiutarmi a preparare il grande giorno.

Sapete quanto ero ansioso di avere le mie risposte giuste nell’Abbazia, le prove scadenti hanno aumentato notevolmente la mia ansia, ma la mia mente è stata finalmente messa a proprio agio stasera. Non un momento di esitazione o di errore! Lo stesso non si può dire dei vescovi, naturalmente, né della penna che ho usato per firmare il giuramento; l’inchiostro mi è finito su tutte le dita, ma per fortuna non si vede quasi più.

Il successo è stato dovuto alla tua supervisione esperta e alla tua immancabile pazienza con me negli ultimi mesi, e davvero non so come avrei potuto farlo senza di te.

Voglio che tu sappia quanto ti sono grato, non solo per il tuo inestimabile aiuto con il mio discorso, ma per la tua devota amicizia e incoraggiamento, e spero che accetterai questo piccolo regalo come segno del mio apprezzamento.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Chi era il logopedista di Giorgio VI?

Lionel George Logue, CVO (26 febbraio 1880 – 12 aprile 1953), è stato un logopedista australiano e un attore dilettante che aiutò Re Giorgio VI a gestire la sua balbuzie.

Continua…

Chi ha insegnato a Re Giorgio a parlare?

Lionel Logue
Era un ragazzo timido e senza pretese che ammirava molto suo fratello Edoardo, principe di Galles. Dall’infanzia all’età di trent’anni, George ha sofferto di una brutta balbuzie nel suo discorso, che ha esacerbato la sua timidezza; Lionel Logue, un logopedista australiano, è stato determinante nell’aiutare George a superare il difetto di pronuncia. “16 novembre 2011

Continua…

Lionel Logue e Re Giorgio sono rimasti amici?

Logue non solo aiutò il re – padre della futura regina Elisabetta II – ad affrontare le difficoltà che gli rendevano impossibile tenere un discorso senza imbarazzanti attacchi di balbuzie, ma divenne anche un amico e confidente. … Logue sapeva che qualsiasi tentativo di sfruttare la sua connessione reale avrebbe significato la sua fine.Dec 9, 2010

Continua…

Cosa è successo ai figli di Lionel Logue?

nel 1944, Logue era con il re per la trasmissione V.E.-Day l’8 maggio 1945. La loro amicizia fu “il più grande piacere” della vita di Logue. Dopo la morte di sua moglie quell’anno, Logue si dedicò allo spiritismo. Sopravvissuto ai suoi tre figli, morì il 12 aprile 1953 a Londra e fu cremato.

Continua…

Il discorso del re è una storia vera?

Il discorso del re è basato sulla storia vera del padre della regina Elisabetta II e della sua amicizia con il suo logopedista poco ortodosso Lionel Logue, interpretato da Geoffrey Rush. … Una scena chiave vede Re Giorgio VI incoraggiato da Logue a giurare per superare la sua balbuzie.6 gennaio 2011

Continua…

La Regina ha visto il discorso del Re?

La Regina sembra aver dato la sua benedizione al film nominato all’Oscar Il discorso del Re, che ritrae suo padre Re Giorgio VI. Rajesh Mirchandani della BBC ha detto che Sua Maestà ha avuto una proiezione privata del film e che l’ha trovato commovente. 5 febbraio 2011

Continua…

Il discorso del re è basato su una storia vera?

Il discorso del re è basato sulla vera storia del padre della regina Elisabetta II e della sua amicizia con il suo logopedista poco ortodosso Lionel Logue, interpretato da Geoffrey Rush. … Una scena chiave vede Re Giorgio VI incoraggiato da Logue a giurare per superare la sua balbuzie.6 gennaio 2011

Continua…

Il discorso del re è accurato?

Nel complesso, il film è storicamente accurato. Mostra allo spettatore moderno l’importanza del trattamento del re per il suo difetto di pronuncia. Questo film cattura anche il reale senso di ansia in Gran Bretagna negli anni ’30, e cattura ampiamente il contesto storico dell’incoronazione di Giorgio VI.

Continua…

Re Giorgio VI era amico del suo logopedista?

“Prima de ‘Il discorso del re’, la maggior parte delle persone non era a conoscenza delle difficoltà che Giorgio VI ha incontrato con la sua balbuzie, ma la duratura e accattivante amicizia tra il re e Lionel Logue che ne è emersa è particolarmente evidente in questa nuova lettera”. La prima pagina della lettera di Re Giorgio VI.Mar 17, 2020

Continua…

Perché il re balbettava?

Il fratello maggiore di Giorgio VI, Edoardo VIII, era in linea per il trono, e quindi Giorgio VI non si aspettava di diventare re. … Si dice che la possibile causa della balbuzie fosse in parte dovuta all’abuso verbale del re Giorgio V quando Giorgio VI era un bambino piccolo. Qualunque sia la causa, Giorgio VI balbettava nei suoi discorsi.Aug 30, 2012

Continua…

Quanti anni aveva Re Giorgio quando morì?

56 anni (1895-1952)
Giorgio VI/Età alla morte

Il re non riuscì a riprendersi da un’operazione ai polmoni e morì nel sonno il 6 febbraio 1952 a Sandringham; aveva 56 anni.

Continua…

Il discorso del re è sul padre della regina Elisabetta?

Il discorso del re è basato sulla vera storia del padre della regina Elisabetta II e della sua amicizia con il suo logopedista poco ortodosso Lionel Logue, interpretato da Geoffrey Rush.6 gennaio 2011

Continua…

La nazione è pronta per due minuti di silenzio radio?

“La nazione è pronta per due minuti di silenzio radio?” – Re Giorgio. Sulla carta, Il discorso del re ha tutti gli elementi di un plurivincitore di Oscar. … Ma è solo quando lo si rivede su uno schermo più piccolo che ci si rende conto di quanto sia strano Il discorso del re.28 giugno 2014

Continua…

Quanto del discorso del re era vero?

Nel complesso, il film è storicamente accurato. Mostra allo spettatore moderno l’importanza del trattamento del re per il suo difetto di pronuncia. Questo film cattura anche il reale senso di ansia in Gran Bretagna negli anni ’30, e cattura ampiamente il contesto storico dell’incoronazione di Giorgio VI.

Continua…

Perché il re balbettava?

Il fratello maggiore di Giorgio VI, Edoardo VIII, era in linea per il trono, e così Giorgio VI non si aspettava di diventare re. … Si dice che la possibile causa della balbuzie fosse in parte dovuta all’abuso verbale del re Giorgio V quando Giorgio VI era un bambino piccolo. Qualunque sia la causa, Giorgio VI balbettava nei suoi discorsi.Aug 30, 2012

Continua…

Articolo precedente

Come si toglie l’odore di olio dal legno?

Articolo successivo

Quali sono i limiti dell’uso della goniometria per misurare il ROM articolare?

You might be interested in …

Come si cura un tendine stirato?

La tendinite, chiamata anche tendinopatia da sovraccarico, è tipicamente diagnosticata solo da un esame fisico. Se hai i sintomi della tendinopatia da sovraccarico, il tuo medico può ordinare un’ecografia o una risonanza magnetica per aiutare […]

La cellulite è una sbornia?

“Credo che lei abbia la cellulite”. Di solito, se dico questo ai pazienti, sembrano inorriditi – quindi è rapidamente seguito dalla spiegazione che questo non ha nulla a che fare con la cellulite, né sto […]