20 Maggio 2022
Expand search form

Che tipo di piante ci sono nella taiga?

Introduzione: La foresta boreale o taiga esiste come una cintura quasi continua di alberi di conifere attraverso il Nord America e l’Eurasia. Sovrastando aree precedentemente glaciali e aree di permafrost a macchie su entrambi i continenti, la foresta è un mosaico di comunità vegetali successionali e subclimax sensibili alle diverse condizioni ambientali. Taiga è il nome russo di questa foresta che copre gran parte del paese. Tuttavia, il termine è usato anche in Nord America.

Clima: La taiga corrisponde a regioni di clima subartico e continentale freddo (tipi di clima Dfb, Dfc e Dwd di Koeppen). Inverni lunghi e rigidi (fino a sei mesi con temperature medie sotto lo zero) ed estati brevi (da 50 a 100 giorni senza gelo) sono caratteristici, così come una vasta gamma di temperature tra le minime dell’inverno e le massime dell’estate. Per esempio, Verkhoyansk, Russia, ha registrato estremi di meno 90° F e più 90° F. La precipitazione media annuale è di 15-20 pollici, ma i bassi tassi di evaporazione rendono questo un clima umido.

Vegetazione: Le aghifoglie, le conifere (gimnosperme) sono le piante dominanti del bioma della taiga. Si trovano pochissime specie in quattro generi principali: l’abete rosso sempreverde (Picea), l’abete (Abies), e il pino (Pinus), e il larice deciduo o tamerice (Larix). In Nord America, una o due specie di abete e una o due specie di abete rosso sono dominanti. In Scandinavia e nella Russia occidentale il pino silvestre è un componente comune della taiga.

Gli alberi decidui a foglia larga e gli arbusti sono membri delle prime fasi di successione sia primaria che secondaria. I più comuni sono l’ontano (Alnus), betulla (Betula), e il pioppo tremulo (Populus).

Forme di crescita: Gli alberi aghiformi conici o a forma di guglia comuni alla taiga sono adattati al freddo e alla siccità fisiologica dell’inverno e alla breve stagione di crescita:

  • Forma conica – favorisce lo spargimento di neve e previene la perdita di rami.
  • Foglia d’ago – la strettezza riduce la superficie attraverso la quale l’acqua può essere persa (traspirazione), specialmente durante l’inverno quando il terreno ghiacciato impedisce alle piante di rifornirsi d’acqua. Gli aghi delle conifere boreali hanno anche spessi rivestimenti cerosi – una cuticola impermeabile – in cui gli stomi sono incassati e protetti dai venti secchi.
  • Abitudine sempreverde – la conservazione del fogliame permette alle piante di fotosintetizzare non appena le temperature lo permettono in primavera, piuttosto che dover perdere tempo nella breve stagione di crescita semplicemente facendo crescere le foglie. [Nota: i larici decidui sono dominanti in aree sottoposte a permafrost quasi continuo e che hanno un clima anche troppo secco e freddo per gli aghi cerosi di abete rosso e abete].
  • Colore scuro – il verde scuro degli aghi di abete rosso e rosso aiuta il fogliame ad assorbire il massimo calore dal sole e ad iniziare la fotosintesi il più presto possibile.

Suolo: La podzolizzazione avviene come risultato della soluzione acida del suolo prodotta sotto gli alberi aghiformi. Il principale ordine di suolo associato alla taiga è lo spodosol.

Subclimax: Le condizioni edafiche provocano a volte macchie estese e persistenti di vegetazione diversa dall’abete rosso e dall’abete:

  • Le torbiere ( muskeg ) si verificano in depressioni glaciali scarsamente drenate. Il muschio di sfagno forma un tappeto spugnoso sopra l’acqua stagnante. Su questo tappeto crescono specie della tundra come l’erba cotone e arbusti della famiglia delle brughiere. L’abete nero e il larice ne delimitano il bordo.
  • Le foreste di pini, in Nord America dominate dal pino nero (Pinus banksiana), si verificano su pianure sabbiose di dilavamento e aree ex-dunali. Questi sono substrati a basso contenuto di nutrienti e siccitosi non tollerati dall’abete rosso e dall’abete rosso.
  • Le foreste di larici rivendicano il substrato sottile e impregnato d’acqua nelle aree pianeggianti sottoposte a permafrost. Queste foreste sono aperte con sottoboschi di arbusti, muschi e licheni. In Alaska gli stand di Larix larichina sono fenomeni localizzati, ma in Siberia a est del fiume Yenesei l’estrema continentalità e il permafrost quasi continuo danno luogo a vaste aree dominate da Larix dihurica.

Fauna: Predatori con pelliccia come la lince (Felis lynx) e vari membri della famiglia delle donnole (ad esempio, ghiottone, pescatore, martin pescatore, visone, ermellino e zibellino) sono forse più caratteristici della foresta boreale propriamente detta. I mammiferi erbivori di cui si nutrono includono la lepre con le racchette da neve o variabile, lo scoiattolo rosso, i lemming e le arvicole.

I grandi erbivori sono più strettamente associati con le fasi di successione dove c’è più nutriente browse disponibile e includono l’alce o wapiti (Cervus elaphusconosciuto come cervo rosso in Europa) e l’alce (Alces alcesconosciuto come alce in Europa). Il castoro (Castor canadensis), su cui si basava il primo commercio di pellicce nordamericano, è anche una creatura delle prime comunità successionali, infatti le sue dighe lungo i corsi d’acqua creano tali habitat.

Tra gli uccelli, i mangiatori di insetti come i wood warblers sono migratori e partono dopo la stagione riproduttiva. I mangiatori di semi (ad esempio, fringuelli e passeri) e gli onnivori (ad esempio, i corvi) tendono ad essere residenti tutto l’anno. Durante gli anni poveri di cono, i residenti normali come il grosbeak della sera, il siskin del pino e il crossbill rosso lasciano la taiga in inverno e possono essere visti alle mangiatoie dell’uccello qui in Virginia.

Modelli di distribuzione all’interno del bioma della foresta boreale: La foresta boreale è limitata all’emisfero settentrionale. La sua distribuzione è circumpolare, come molte delle specie che la compongono e ancor più dei generi. In generale, le piante hanno diverse specie rappresentate in Nord America e in Eurasia; i mammiferi di entrambi i continenti tendono ad essere conspecifici.

Ci sono zone latitudinali all’interno della foresta. Correndo da nord a sud, si trova

  • Un ecotono tundra/taiga
  • Una foresta aperta di conifere (la sezione più propriamente chiamata taiga)
    la caratteristica foresta boreale sempreverde ad aghifoglie a baldacchino chiuso; e
  • Una foresta mista di aghifoglie sempreverdi e latifoglie, l’ecotono con la foresta temperata di latifoglie decidue. Negli Stati Uniti, questo ecotono meridionale è dominato dal pino bianco (Pinus strobus), acero da zucchero (Acer saccharum) e dal faggio americano (Fagus americanus).

Quali tipi di piante crescono nella taiga?

La vegetazione: Le aghifoglie, le conifere (gimnosperme) sono le piante dominanti del bioma taiga. Si trovano pochissime specie in quattro generi principali: l’abete rosso sempreverde (Picea), l’abete (Abies) e il pino (Pinus), e il larice o tamerice deciduo (Larix).

Continua…

Che tipo di piante si trovano nella taiga e nella tundra?

Mentre sia la tundra che la taiga hanno licheni e muschi, nella tundra crescono molte erbe e fiori selvatici che sono meno comuni nella taiga. Il suolo della taiga è altamente acido e povero di azoto, rendendo difficile la crescita delle piante che non sono adattate all’ambiente.Apr 19, 2018

Continua…

Quali piccole piante vivono nella taiga?

Alberi decidui della taiga Anche se le piante dominanti della taiga sono le conifere, un certo numero di alberi a foglia larga si trovano anche nel bioma della taiga. Questi includono betulle, ontani, pioppi, salici, pioppi e sorbi. Nelle regioni più calde e meridionali della taiga si trovano anche querce, aceri e olmi.

Continua…

Qual è il tipo di albero più comune che si trova nella taiga?

Le piante predominanti del bioma taiga sono le conifere, alberi che si sono adattati al freddo e hanno aghi al posto delle foglie. Infatti, l’abete rosso, il pino, l’abete e il larice sono le specie vegetali più comuni nella taiga.Jul 20, 2018

Continua…

Quali sono 5 piante nella taiga?

La taiga è caratterizzata prevalentemente da un numero limitato di specie di conifere – cioè pino (Pinus), abete rosso (Picea), larice (Larix), abete (Abies) – e in misura minore da alcuni generi decidui come betulla (Betula) e pioppo (Populus). Questi alberi raggiungono le latitudini più alte di tutti gli alberi della Terra.

Continua…

Quali sono le 5 piante della foresta boreale?

Abete rosso, abete, pino e tamerice sono le principali specie che si trovano nella foresta boreale canadese. Tranne il tamerice, che lascia cadere i suoi aghi ogni autunno, rimangono verdi tutto l’anno. Gli alberi decidui a foglia larga, come il pioppo tremulo, il pioppo balsamico e la betulla, sono anche ampiamente distribuiti nella foresta boreale.

Continua…

Cos’è la taiga in geografia?

La taiga è una foresta della fredda regione subartica. Il subartico è una zona dell’emisfero settentrionale che si trova a sud del circolo polare artico. La taiga si trova tra la tundra a nord e le foreste temperate a sud. Alaska, Canada, Scandinavia e Siberia hanno la taiga.

Continua…

L’erba cresce nella taiga?

Palude. Parte della taiga comprende aree umide conosciute come paludi. … L’erba di cotone prospera nel terreno acido della torbiera dove produce teste di semi bianchi e soffici che si disperdono facilmente nel vento.Mar 21, 2018

Continua…

Come si adattano le piante nella taiga?

Adattamenti delle piante nel bioma della Taiga Gli aghi trattengono l’umidità e rimuovono la neve. Il rivestimento ceroso degli aghi degli alberi impedisce l’evaporazione. L’oscurità degli aghi aiuta ad attirare più sole. Molti dei rami degli alberi sempreverdi si abbassano per permettere lo spargimento della neve.

Continua…

Che tipo di piante ci sono in una foresta decidua?

Le foreste decidue temperate hanno una grande varietà di specie di piante. La maggior parte ha tre livelli di piante. Licheni, muschi, felci, fiori selvatici e altre piccole piante si trovano sul suolo della foresta. Gli arbusti riempiono il livello intermedio e gli alberi di legno duro come l’acero, la quercia, la betulla, la magnolia, la gomma dolce e il faggio costituiscono il terzo livello.

Continua…

Che foresta è la taiga?

La taiga è una foresta della regione fredda e subartica. Il subartico è una zona dell’emisfero settentrionale che si trova a sud del circolo polare artico. La taiga si trova tra la tundra a nord e le foreste temperate a sud. Alaska, Canada, Scandinavia e Siberia hanno la taiga.Jun 9, 2011

Continua…

Com’è la vegetazione nella taiga?

Le taighe sono foreste spesse. Gli alberi di conifere, come l’abete rosso, il pino e l’abete, sono comuni. Le conifere hanno aghi invece di foglie larghe e i loro semi crescono all’interno di coni protettivi e legnosi. Mentre gli alberi decidui delle foreste temperate perdono le loro foglie in inverno, le conifere non perdono mai i loro aghi.

Continua…

Che tipo di piante si trovano nella foresta boreale?

Numerose specie di arbusti, tra cui salici, ontani e frassini di montagna, si sono adattati alle condizioni della foresta boreale. Altre specie comuni includono erbe, muschi, funghi e licheni.

Continua…

Che tipo di arbusti ci sono nella taiga?

In questo habitat fioriscono anche arbusti di salice e ontano. Gli arbusti bassi sono abbondanti in tutta questa ecozona e includono molte specie di erica, come il Labrador Tea e il Leatherleaf, più una vasta gamma di specie che producono bacche, tra cui mirtilli, ribes e mirtilli.

Continua…

Le alci sono nella taiga?

Le alci sono i più grandi animali che si nutrono nella taiga. In estate si nutrono di salici e latifoglie e si immergono in laghi e stagni per consumare piante acquatiche. … Anche la regolazione naturale delle popolazioni di alci attraverso la predazione dei lupi e la presenza dei lupi stessi sono valutate.

Continua…

Articolo precedente

Dove viene coltivato il riso River?

Articolo successivo

Cos’è l’utero colico?

You might be interested in …

Quanto è lungo un saggio flash?

La brevità è il fondamento della scrittura flash. Considero le forme di scrittura flash come cugine della poesia. Grant Faulkner, l’editore della rivista letteraria 100 Word Storydescrive il flash in modo simile: “Penso alla narrativa […]

Dove posso viaggiare con mia madre?

È stata al tuo fianco dal primo giorno, e ora è il momento di mostrare alla mamma un po’ d’amore per tutto quello che ha fatto per te. Mentre cioccolatini e fiori possono essere carini, […]